Artigianato e Palazzo a Villa Corsini

Artigianato e Palazzo segna il traguardo dei 25 anni e festeggia le “nozze di vermeil” la raffinata tecnica di doratura dell’argento ideata in Francia alla metà del Settecento. (Firenze, Giardino Corsini 16 - 19 maggio 2019). Un risultato importante, per l’esposizione promossa ed organizzata dall’Associazione Giardino Corsini, punto di riferimento per il settore, occasione di dialogo e confronto, nata da un progetto di Giorgiana Corsini e Neri Torrigiani nel principio che l‘artigianato è un valore.

“Il nostro obiettivo è stato quello di abbattere i confini, cercando di costruire una nuova sensibilità verso la tradizione, laddove la sfida è l’eccellenza e il confronto con il passato”, spiegano Giorgiana Corsini e Neri Torrigiani. “Venticinque anni a tutela di arti e mestieri legati alla cultura del fatto a mano, affinché il patrimonio dei nostri territori non vada disperso, ma sia linfa vitale ed opportunità di lavoro per le nuove generazioni”.

In queste ventiquattro edizioni, Artigianato e Palazzo ha coinvolto 709 maestri artigiani in rappresentanza di 151 mestieri (lavorazione della ceramica, molatura del vetro, sbalzo dell’argento, intaglio del legno, restauro degli arazzi, doratura di cornici e sculture, liuteria, tecniche della scagliola, tornitura, intreccio della paglia, tessitura, intarsio delle pietre dure, l’arte orafa, fornai, pasticceri, sarti etc); 75 partnership istituzionali; oltre 157.000 visitatori.

Mostra Principe è dedicata alla storica azienda Giusto Manetti Battiloro, nata a Firenze nel 1820. “Dal primo anno con il format della "Mostra Principe" vogliamo regalare al nostro pubblico un'esperienza unica, di narrazione e passione per il lavoro, condividendo il profondo legame tra artigianato ed identità italiana. Ma non solo, auspichiamo che sia anche uno stimolo per i giovani che si avvicinano a questo settore, in prospettiva di una rinnovata cultura del fatto a mano”, spiegano gli organizzatori Giorgiana Corsini e Neri Torrigiani.

Nel tempo, hanno raccontato la loro storia ed aperto i loro archivi, eccellenze come Bulgari, Ente Tabacchi Italiano, Fabriano, Fondazione del Maggio Musicale Fiorentino, Gucci, Il Bisonte, Laguna B, Loretta Caponi, Officina Profumo-Farmaceutica di Santa Maria Novella, Richard Ginori, Roberto Capucci e Vacheron Constantin.

“Leonardo e il Battiloro” - questo il titolo della Mostra Principe allestita nella Limonaia Piccola del Giardino Corsini - racconterà il percorso creativo dell’azienda Giusto Manetti Battiloro che da oltre 15 generazioni produce la foglia d’oro e d’argento vero, attraverso un processo produttivo dove alta tecnologia e tradizione artigianale si incontrano. I visitatori potranno conoscere l’antica tecnica, in parte tutt’ora in auge, della lavorazione della foglia d’oro, ripercorrendone le varie fasi che, da un lingotto d’oro, arriva a ricavare una foglia sottilissima dello spessore di pochi decimi di micron. Ma all’interno della Mostra, nella ricorrenza dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, per la prima volta si potrà vedere in azione l’antica macchina Maglio per Battiloro che la Giusto Manetti Battiloro ha realizzato per l’occasione con una lavorazione manuale e materiali originali, secondo l’originale disegno di Leonardo, presente nel Codice Atlantico. Un capolavoro di ingegneria meccanica, impiegata per la produzione di lamine da sbalzo, usate per la foglia d’oro ma anche per medaglie, monete e borchiette.

Ricette di Famiglia

Inedito e in esclusiva, anche il piatto che Richard Ginori produrrà insieme a Giusto Manetti Battiloro per l’iniziativa Ricette di Famiglia. Il piatto, sull’essenziale forma Venezia, sarà reso prezioso dalla foglia d’oro zecchino realizzata da Giusto Manetti Battiloro, posizionata al centro della porcellana bianca.

Un appuntamento quotidiano (Giardinetto delle Rose ore 18.00), quello di Ricette di Famiglia, curato dalla giornalista Annamaria Tossani e realizzato in collaborazione con Richard Ginori, Riccardo Barthel e Desinare, che abbina la cultura gastronomica contemporanea ai sapori e alla cucina del passato, con liveshow cooking e degustazioni offerte al pubblico su i piatti in porcellana realizzati in esclusiva.

Memorie di Russia a Firenze

Nel tema della raccolta fondi “Memorie di Russia a Firenze” - promossa da Artigianato e Palazzo per questa 25° edizione - gli chef e le cuoche di Desinare, nella cucina allestita da Riccardo Barthel, proporranno le ricette della tradizione Russa proposte da personaggi internazionali. Nel Giardinetto delle Rose, ogni giorno alle 18, gli ospiti potranno assaggiare alcuni piatti della cucina russa, raccontati da: LIudmila Musatova, producer e food-stylist, che ci parlerà dei ricordi della sua torta di miele; l’artista Galia Shabanova, discendente di un’importante famiglia moscovita, dei suoi pirojki; Gleb Smirnov, storico dell’arte di fama internazionale racconterà aneddoti su i blini con smetane e salmone; e Anne Worontzoff- Weliaminoff, linguista e rappresentante laica della Chiesa Russa Ortodossa di Firenze, sulle patate alle erbe.

Blogs&Crafts

Si replica il concorso Blogs&Crafts, voluto da Giorgiana Corsini e Neri Torrigiani per promuovere la creatività dei giovani attraverso l’incontro tra “saper fare” e “saper comunicare”. I dieci artigiani under 35 vincitori, scelti tra i migliori talenti per la loro capacità di innovare la tradizione con tecniche avanzate, saranno ospitati dalla manifestazione e lavoreranno ed esporranno le loro creazioni in una Limonaia del Giardino Corsini. Allo stesso tempo, i loro lavori saranno documentati live blogging da 10 fra i migliori blogger, esperti su i temi artigianato, lifestyle, moda, turismo – ospitati durante il loro soggiorno a Firenze da Starhotels.

Raccolta fondi

La campagna Raccolta fondi coinvolge il pubblico e le aziende sostenitrici, avrà quest’anno il tema “MEMORIE DI RUSSIA A FIRENZE” e sarà destinata all’urgente recupero ed alla conservazione di alcune opere d’arte legate alla comunità russa che, nel corso dell’800 fino ai primi del ‘900, hanno arricchito Firenze di residenze, chiese e collezioni artistiche (Durata dal 1° febbraio al 31 maggio 2019). Nel 2018 la raccolta è stata a sostegno della riapertura del Museo Ginori della Porcellana di Doccia. L’obiettivo, quest’anno, è raggiungere oltre 308.000 euro per sostenere urgenti interventi di restauro e conservazione a favore dei capolavori della Collezione Demidoff conservati al Museo Stibbert; dell’Emiciclo del Cimitero Evangelico agli Allori; e per il completamento dei restauri della Chiesa della Natività di Nostro Signore Gesù e San Nicola Taumaturgo. Partecipando alla campagna, i donatori diventeranno parte attiva della storia d'evento nel Giardino Corsini, ma anche di Firenze, poiché i loro nomi rimarranno iscritti in questi importanti luoghi della memoria, testimoni della storia fiorentina e dei profondi scambi culturali della Città con la comunità russa. I dettagli per donazioni/ricompense QUI.

Gli organizzatori Giorgiana Corsini e Neri Torrigiani di ARTIGIANATO E PALAZZO hanno deciso, inoltre, di produrre alcune sculture del giovane artista fiorentino Riccardo Prosperi - aka "Simafra" - e le donazioni che si raccoglieranno per queste opere confluiranno nel progetto di raccolta fondi. Dieci pezzi unici numerati, presentati in un apposito Catalogo, con un testo introduttivo di Natalia Parenko, direttrice della sede fiorentina dell’Accademia di Belle Arti di San Pietroburgo.

Nello specifico il progetto Madre/Terra si compone di dieci sculture - tra i 25 e i 50 cm di diametro - che trasformano l'idea della folkloristica matrioska russa in un globo terrestre concentrico in cui le "ere geologiche" sono rappresentate da materiali realmente rintracciabili nelle miniere siberiane: oro, malachite, diamanti, carbon fossile, gas. Una versione monumentale della scultura accoglierà i visitatori al centro di Giardino Corsini. L’installazione di Simafra, una sfera di 4 metri di diametro, verrà realizzata con materiale di uso edilizio e resa esternamente luminosa con l’utilizzo della foglia d’oro di Manetti Battiloro.

CATALOGO

Il catalogo della XXV edizione di ARTIGIANATO E PALAZZO su questo tema sarà arricchito dai contributi originali di: Pasquale Q. Terracciano, ambasciatore di ltalia a Mosca Andrea Pessina, soprintendente all’Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per Firenze, Pistoia e Prato Lucia Tonini, Università di Pisa Michail Talalay, Accademia Russa delle Scienze di Mosca Grazia Gobbi Sica, presidente dell’Associazione Amici degli Allori Enrico Colle, soprintendente al Museo Stibbert Anne Worontzoff, rappresentante laica della Chiesa Russa Ortodossa di Firenze Natalia Parenko, direttrice Accademia di Belle Arti di San Pietroburgo, sede di Firenze Cecilie Hollberg, direttrice della Galleria dell’Accademia di Firenze 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Fiere, potrebbe interessarti

I più visti

  • A Firenze la pista di pattinaggio più lunga d'Europa: con villaggio di Natale e luci

    • dal 8 dicembre 2019 al 29 febbraio 2020
    • giardino della Fortezza da Basso
  • Inside Magritte, la mostra a Firenze

    • dal 1 novembre 2019 al 1 marzo 2020
    • Chiesa Santo Stefano al Ponte
  • Torna il mercato di Natale in piazza Santa Croce

    • dal 23 novembre al 22 dicembre 2019
    • piazza Santa Croce
  • Santa Maria Novella: la mostra La Botanica di Leonardo

    • dal 13 settembre al 15 dicembre 2019
    • Complesso Santa Maria Novella
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    FirenzeToday è in caricamento