Food: gli “Oscar” dell’enogastronomia regionale

Assegnati a Lucca i Tuscany Food Awards

Sabato sera sono stati consegnati a Lucca gli "Oscar" dell'enogastronomia toscana. Presentati da Donato Ala, ideatore e presidente dell’associazione Italy Food Awards, i Tuscany Food Awards hanno premiato le aziende che producono eccellenze agroalimentari della nostra regione. Divisi in 10 categorie, che corrispondono alle produzioni più caratteristiche (Birre artigianali, dolci tipici, formaggi, tartufi, liquori, olio, pane, salumi, vino, conserve e speciali sottovetro), i Tuscany Food Awards vogliono essere un’occasione per riunire in una speciale serata tutti i protagonisti del mondo agroalimentare che contribuiscono a tenere alto il nome della Toscana. In lizza 152 aziende agroalimentari.

I Tuscany Food Awards, assegnati da una giuria di esperti, si preparano già alla prossima edizione che si terrà il prossimo 30 marzo e le iscrizioni partiranno già a settembre. Gli awards sono alla terza edizione in Sardegna, alla seconda in Puglia e in Toscana e alla prima in Piemonte e prossimamente in Veneto. 

TOSCANA 

Ad aggiudicarsi i “Tuscany Food Adwards 2018 nelle 10 categorie sono state: per la categoria Vino, l’azienda agricola Torre delle Rose di Grosseto per la categoria Olio, l’azienda agricola Il mandorlo di Firenze, per la categoria Pasta il pastifico Martelli di Pisa, per la categoria Salumi l’azienda Il Poggiolino di Prato, per la categorio Pane il Consorzio per il Pane del Mugello, per la categoria Dolci e Cioccolato l’azienda Slitti di Pistoia, per la categoria Formaggi l’azienda Il Palagiaccio del Mugello, per la categoria Birra Artigianale La Luppolaia di Arezzo, per la categoria Conserve e Sottoli l’azienda agricola Arcenni di Pisa.

Durante la serata Coldiretti ha conferito alcuni premi particolari allo chef Cristian Borchi della Locanda Antica Porta di Levante di Vicchio di Mugello con il premio "Campagna Amica nel Piatto" ed allo chef Marco Stabile del ristorante L’Ora D’Aria di Firenze per capacità di armonizzare tradizione e creatività esaltando i sapori delle produzioni del territorio.

MUGELLO
A farsi valere in provincia di Firenze è stata la zona del Mugello, salita più volte sul podio del Gran Galà per il pane, i formaggi, il tortello di patate e la cucina. “Il Mugello si è ben distinto in questa prestigiosa iniziativa che premia le eccellenze agroalimentari toscane - sottolineano con soddisfazione il presidente e l'assessore all'Agricoltura dell'Unione dei Comuni del Mugello Paolo Omoboni e Federico Ignesti -. Complimenti, quindi, a tutte le aziende e le realtà del nostro territorio a cui sono stati assegnati i riconoscimenti. Qualità e sapienza del Mugello ancora una volta - osservano - risaltano e vengono riconosciute a livello regionale”.

  

Sono stati premiati---->

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Firenze Rocks 2020: fan in fermento per la quarta edizione

  • Via Palazzuolo: completamente nuda semina il panico in strada

  • Versilia: fiorentina muore durante una gita in montagna

  • Incidente sull'autostrada A1: feriti e code per chilometri

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

  • Piero Pelù si è sposato con Gianna / FOTO

Torna su
FirenzeToday è in caricamento