Tasse 2019: riduzione o stangata? L'esperto risponde

Partite Iva, imprese, evasione: cosa cambia nel 2019 con le nuove norme

Tasse e regimi fiscali: una selva nella quale spesso ci orientiamo con difficoltà. La nuova legge di bilancio ha visto alcuni importanti cambiamenti. Per capire cosa c'è di nuovo abbiamo interpellato Ranieri Villi, presidente dei giovani commercialisti di Firenze.

Quali sono le principali modifiche previste dai nuovi regimi fiscali entrati in vigore nel 2019? Partiamo da piccole imprese e professionisti.
La legge di bilancio approvata a fine 2018 prevede, tra le principali novità, l'allargamento del regime fiscale agevolato (cosiddetta flat tax) per partite Iva e piccole imprese attraverso l’innalzamento delle soglie minime del regime forfettario fino a 65 mila euro ed un’aliquota piatta al 15%. 

E per le imprese più grandi?
Per le imprese di maggiori dimensioni è stata inserita Mini Ires, ovvero una riduzione di aliquota per le imprese che reinvestono gli utili in ricerca e sviluppo, macchinari e che garantiscono assunzioni stabili, incentivando gli investimenti e l’occupazione di lungo periodo. Sono stati previsti anche incentivi per imprese che riducono l’inquinamento, usando tecniche di produzione con minori emissioni.

Proprio sul fronte degli incentivi, cos'è cambiato?
Tra le novità rispetto a quanto già previsto in precedenza vi è l'applicazione della cedolare secca anche sui nuovi contratti di affitto commerciali. Può essere considerato un incentivo (al pensionamento), anche l'introduzione attuata da pochi giorni, per i lavoratori più esperti, di "quota cento": nell'intento del legislatore vorrebbe creare un ricambio generazionale nella forza lavoro, lasciando spazio ai giovani.

E in materia fiscale? Parlando di "pace", in concreto, cosa c'è di nuovo?
Tra le altre azioni promesse si è verificata la riproposizione della rottamazione delle cartelle esattoriali e l'apertura alle posizioni con l'Agenzia delle Entrate, proprio la cosiddetta pace fiscale. Gli effetti probabilmente li vedremo più avanti, ma fino ad ora il governo sta cercando di mettere in pratica alcune delle promesse fatte in campagna elettorale.

Partite Iva: giro di vite sui regimi forfettari. Secondo lei è un provvedimento che può servire davvero ad evitare raggiri fiscali?
Il legislatore sembra voler andare verso quella direzione. La realtà dei fatti è che ad oggi parecchi raggirati si trovano tra i contribuenti, in particolar modo quelli che al 1° gennaio 2019 hanno trovato una partecipazione di controllo, diretto o indiretto, in una Srl con lavoro similare a quello svolto con la partita Iva personale. La norma ha in sé anche molti vantaggi poiché apre ad una tassazione più equa a tanti lavoratori che, con reddito massimo di 65 mila euro lordi, non possono definirsi ricchi. La pressione previdenziale per chi è sotto la scure della gestione separata è però realmente insostenibile. L'impressione reale è che il forfettario rappresenti più un'agevolazione che uno strumento di lotta alle frodi. Probabilmente se tutto fosse deducibile integralmente il contribuente avrebbe un vantaggio diretto nel richiedere la fattura e parte dell'evasione verrebbe meno.

Ma quindi con le normative approvate le tasse sono aumentate o diminuite rispetto al 2018?
La riposta corretta è “vedremo”, anche solo per differenziarla dal più banale “dipende”. I dispositivi di aiuto sono in linea con quelli già visti. La fascia di partite Iva che prima non rientravano nel regime agevolato hanno sicuramente visto un risparmio di imposte. La vera domanda, però, sarebbe chiedersi come fare a combattere l'evasione. Perché le aliquote alte dipendono anche da quanto nero produce il paese. E un'economia perfetta, in totale assenza di evasione fiscale, potrebbe sostenersi con un'imposizione fiscale molto limitata. Tra le motivazioni della corsa all'introduzione della fattura elettronica è stato più volte sbandierato un paventato recupero di tasse, fino ad ora evase. Ma siamo sicuri che chi non faceva la fattura cartacea, ammaliato dalla strabiliante tecnologia a disposizione, si ravveda e diventi onesto?

Potrebbe interessarti

  • Pitti Uomo: gli eventi in città

  • River Urban Beach: la spiaggia estiva sull'Arno

  • L'hamburger d'oro, il nuovo panino all'Hard Rock Cafe

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Scandicci: morto noto imprenditore

  • Calcio storico 2019, seconda semifinale: i Bianchi vincono contro gli Azzurri ai 'supplementari' / FOTO

  • Ospedale pediatrico Meyer: i dipendenti dichiarano lo stato di agitazione

  • I toscani? Sono i più simili all'uomo di Neanderthal

  • Incidente stradale sulla 429 bis: motociclista muore in ospedale

  • Top model in arrivo al piazzale: super-sfilata per LuisaViaRoma

Torna su
FirenzeToday è in caricamento