Difesa del contratto di lavoro: sciopero nazionale dei metalmeccanici a Firenze

L'annuncio dei sindacati: "Chiediamo equità e giustizia sociale, attraverso l'abbassamento del fisco sui salari"

Foto archivio

Contratto collettivo nazionale del lavoro: il 14 giugno manifestazione interregionale a Firenze. La decisione ieri, quando i delegati metalmeccanici di Fim, Fiom e Uilm si sono ritrovati alla Casa del Popolo di San Bartolo a Cintoia, per l’attivo unitario in preparazione dello sciopero generale nazionale.

Attraverso una nota i sindacati spiegano: "Alla base dello sciopero le rivendicazioni di CGIL CISL e UIL che hanno portato alla grande manifestazione di Roma, il 9 febbraio scorso - si legge - Non è accettabile che dopo quella grande iniziativa, ad oggi non sia stato aperto un tavolo di confronto governo e sindacati. Fim Fiom Uilm esprimono giudizi sindacali, non politici, nella legittimità della loro rappresentanza, stante che le scelte del governo condizionano la vita di tutti i lavoratori. Chiediamo equità e giustizia sociale, attraverso l'abbassamento del fisco sui salari secondo il principio che chi guadagna di più deve pagare di più, investimenti pubblici e privati per creare occasioni di lavoro, non assistenzialismo fine a se stesso".

E ancora: "Chiediamo una seria riforma della legge Monti-Fornero perché la quota 100 sta dando qualche risposta, ma certo non è risolutiva ed esclude in modo penalizzante anche coloro che da 40 anni svolgono lavori pesanti con un alto rischio di infortuni. Fim Fiom Uilm chiedono al governo un confronto con l’Unione Europea per escludere gli investimenti necessari a far ripartire il paese dai vincoli della finanza pubblica. La Ue metta in atto politiche di sviluppo, rilanci quei presidi industriali che sono il volano del paese . In Italia troppi processi produttivi sono caratterizzati da appalti e subappalti che riducono i diritti dei lavoratori e le condizioni di sicurezza. Per Fim Fiom Uilm Toscana è prioritario chiedere che le imprese investano sulla formazione per la salute e sicurezza e, nello stesso tempo, reputano inaccettabile che per tagliare il costo del lavoro si siano ridotti i premi all' Inail, in un contesto che registra un altissimo indice di morti sul lavoro anche nella nostra regione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E per questo ora partiranno una serie di assemblee per far si che il 14 giugno sia grande e forte la partecipazione dei metalmeccanici della Toscana in Piazza a Firenze".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in Toscana 35 nuovi casi: il doppio rispetto a ieri. I decessi sono 5, di cui 4 nel Fiorentino

  • Femminicidio a Cuneo: fermato un ex militare fiorentino

  • Coronavirus Toscana: "La grande truffa delle sanificazioni"

  • Coronavirus: in Toscana positivo l'1%. Quattro su cinque sono asintomatici

  • Le Frecce tricolori volano "a domicilio": il giro d'Italia passa da Firenze

  • Controlli a Fiesole: arrestato 24enne 

Torna su
FirenzeToday è in caricamento