Saldi al via: le date 2020

E' ufficiale i saldi 2020, in Toscana, inizieranno il 1 agosto

Ufficiale, i saldi estivi 2020 inizieranno il 1 agosto in tutta la Penisola e dureranno 30 giorni. Esulta Federmoda-Confcommercio Toscana in quanto la Regione ha accolto la loro proposta di posticipare gli sconti. Altre grande novità la possibilità per i commercianti di proporre vendite promozionali anche nel mese di luglio.

"Ringraziamo la Regione Toscana per aver accolto la nostra proposta di posticipare l’avvio dei saldi estivi al 1° agosto, limitandone la durata a trenta giorni ed eliminando in via straordinaria il divieto di effettuare vendite promozionali nei 30 giorni antecedenti”. La presidente di Federmoda-Confcommercio Toscana Federica Grassini esprime apprezzamento per la delibera regionale che oggi (4 giugno 2020) ratifica una decisione già nell’aria da qualche settimana.
 
Le stime sull’andamento degli affari nelle prime due settimane dopo la riapertura del 18 maggio non lasciano dubbi sulla crisi che sta attraversando il settore: secondo l’indagine realizzata da Confcommercio a livello nazionale, i negozi di abbigliamento e calzature aperti (il 94% del totale, il 6% ancora è chiuso) hanno registrato un calo degli incassi pari al 70% rispetto allo stesso periodo del 2019. "Ce lo aspettavamo: con la cassa integrazione ancora da riscuotere e la paura di perdere il lavoro, molte famiglie stanno riducendo le uscite all’indispensabile – spiega la presidente di Federmoda Confcommercio Toscana– ci auguriamo che la politica promozionale dei prezzi legata ai saldi possa smuovere un po’ il mercato".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In queste prime due settimane sono poi mancati i turisti: "La riapertura dei confini regionali forse porterà qualche persona in più, ma nelle città d’arte e sulla costa in particolare la mancanza dei flussi turistici ai quali la Toscana è abituata si farà sentire anche nelle prossime settimane e mesi. E la moda, come tutto il resto, è destinata a risentirne”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in arrivo un nuovo Dpcm: stop ai voli, rinvio per le discoteche

  • Mick Jagger si trasferisce in Toscana: "E' innamorato, forse rimane"

  • Coronavirus: si torna a salire a causa dei cluster, 2 decessi e 19 nuovi casi 

  • Marina di Castagneto: fiorentino muore dopo un bagno

  • Entra in funzione 'PagoPA', addio verbale rosa sull'auto: come cambiano le multe

  • Emergenza coronavirus non impatta sul mattone: Firenze città più cara d'Italia

Torna su
FirenzeToday è in caricamento