Olio extravergine di oliva: “A rischio qualità e prezzi”

La denuncia di Olivicoltori Toscani Associati: "Con l’accordo Coldiretti-Federolio via libera alle miscele con oli non italiani per 4 euro al chilo"

Proteste contro l'accordo tra Coldiretti e Federolio da parte dell'associazione Olivicoltori Toscani Associati, che denuncia soluzioni al ribasso sia sui prezzi che sulla qualità. Nel mirino c'è il patto tra Coldiretti e Federolio presentato nei giorni scorsi a Roma.

“Il segretario generale di Coldiretti, Vincenzo Gesmundo, ha affermato che 'il massimo del Made in Italy è quella industria che possa dimostrare che all’interno dei suoi prodotti c’è almeno il 50% di olio extravergine d’oliva italiano', sono parole gravi”, attacca Sandro Piccini, presidente di Olivicoltori Toscani Associati.

“L’accordo Coldiretti-Federolio non riconosce il giusto valore all’olio extravergine d’oliva toscano e serve a sdoganare le miscele di oli italiani con oli comunitari ed extracomunitari: noi daremo battaglia per tutelare la dignità dei produttori, il futuro del prodotto e la salute dei consumatori”, prosegue Piccini.

“Alcune industrie, grazie a questa filiera farlocca, acquisteranno olio extravergine d’oliva italiano a 4 euro al chilo, ben al di sotto dei costi medi di produzione che in Toscana si aggirano intorno ai 7 euro al chilo. Il nostro prodotto, simbolo del Made in Italy, come si evince da interviste e dichiarazioni verrebbe utilizzato per sdoganare il progetto 'Italico', miscela di oli italiani con oli comunitari ed extracomunitari e tanto caro ad alcune aziende e ai vertici di Coldiretti”, accusa Piccini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Ci opporremo con tutte le forze perché non possiamo consentire a Coldiretti e Federolio di mettere sul lastrico, attraverso la svendita dell’olio extravergine d’oliva, centinaia di migliaia di olivicoltori toscani”, conclude Piccini, che chiede al governo di intervenire per tutelare l'olio extra-vergine italiano e invita i cittadini a firmare la petizione lanciata sulla nota piattaforma Change.org.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fare la spesa in Toscana al tempo del Covid-19: ecco cosa cambia

  • Coronavirus: dipendente Esselunga risultato positivo al Covid-19

  • Bambini mezz'ora a spasso, Prato contro Firenze: "Allucinante, vi siete accorti che c'è una pandemia?"

  • Coronavirus, emergenza studenti fuori sede: “In 10mila non riescono più a pagare l’affitto”

  • Coronavirus: il quartiere è deserto e una famiglia di anatre arriva fino alla farmacia

  • Coronavirus: fase acuta dell'emergenza, i casi nel Fiorentino 

Torna su
FirenzeToday è in caricamento