Fendi apre un centro di produzione a Bagno a Ripoli

Offrirà nuove opportunità occupazionali e di sviluppo economico per il territorio

Una foto del progetto curato dallo studio Piuarch

Un'assemblea pubblica avrà luogo martedì 13 novembre, alle ore 18.30, presso i locali de "La Tommasina" (via di Tizzano 193) per presentare alla cittadinanza il progetto di insediamento produttivo di Fendi, che vedrà la realizzazione del nuovo stabilimento della Maison all'interno della ex Fornace Brunelleschi a Capannuccia, sul territorio comunale di Bagno a Ripoli.

All'assemblea parteciperanno il sindaco Francesco Casini, l'assessore all'urbanistica Paolo Frezzi, i rappresentanti della Maison e i tecnici comunali. L'incontro con la popolazione, che servirà a descrivere i contenuti progettuali dell''insediamento che cambierà completamente volto all'ex fornace abbandonata, risponde anche alle esigenze di informazione contenute nella nuova Legge regionale sulla partecipazione, trattandosi di un intervento che comporta una variante urbanistica.

Nell'area in cui sorgerà il nuovo stabilimento Fendi, lo strumento urbanistico vigente prevedeva la realizzazione di oltre 250 alloggi e attrezzature collettive. Con la variante sarà mantenuta la destinazione urbanistica produttiva. Nella nuova fabbrica di Capannuccia, Fendi realizzerà un centro di produzione, sviluppo, ricerca materiali e formazione di giovani artigiani. In aggiunta, grazie a Fendi è prevista la "ricucitura" del tessuto urbano attraverso la realizzazione di un''area verde dedicata a tutti i cittadini.

Il progetto è realizzato e curato dallo studio milanese Piuarch.

"Con l'intervento di Fendi e del Gruppo Lvmh, per l'ex Fornace Brunelleschi e Capannuccia comincia finalmente una nuova pagina - dice il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini -. Si aprono nuove opportunità occupazionali e di sviluppo economico per il nostro territorio, che grazie alla presenza di tante aziende di moda di livello internazionale diventa una vera e propria "fashion valley". Il nuovo insediamento restituirà a tutta l'area qualità ambientale e architettonica senza consumare nuovo suolo e senza costruire nuove case, riqualificherà la vecchia Fornace rispettandone l'originaria destinazione produttiva e legherà una volta di più il nome di Bagno a Ripoli al concetto di bellezza".

Potrebbe interessarti

  • Estate 2019: i nuovi locali a Firenze da provare

  • Pitti Uomo, 5 eventi da non perdere

  • Pitti: tra i vip in città anche Stefano De Martino e Taylor Mega

  • Dragon Fly, il primo locale steampunk di Firenze

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Scandicci: morto noto imprenditore

  • Incidente Isolotto: autobus investe anziana / FOTO

  • Incidente stradale sulla 429 bis: motociclista muore in ospedale

  • Ristorazione nel caos: bancarotta e fallimenti, guai per 7 noti ristoranti

  • Top model in arrivo al piazzale: super-sfilata per LuisaViaRoma

  • I toscani? Sono i più simili all'uomo di Neanderthal

Torna su
FirenzeToday è in caricamento