Montespertoli insegna a RAI 3 la raccolta differenziata

Una troupe della trasmissione "Fuori Tg" in paese per conoscere i segreti che hanno portato a raggiungere il 90% di differenziata. Il sindaco:"Gran parte del merito va ai cittadini montespertolesi"

Il modello di raccolta rifiuti porta a porta, che sta consentendo di raggiungere a Montespertoli picchi del 90% di differenziata, ha cominciato ad essere conosciuto ed apprezzato in tutta Italia. Lunedì scorso una troupe della trasmissione televisiva "Fuori Tg", nuovo spazio di approfondimento del Tg3, è stata a Montespertoli per conoscere più da vicino la modalità di raccolta che sta dando risultati così eccezionali a livello nazionale. Prima tappa una visita ad una famiglia montespertolese, che ha illustrato come si svolge la pratica quotidiana della selezione e scelta dei rifiuti da destinare negli appositi bidoncini, a cui è seguita un'interessante escursione all'impianto di compostaggio gestito da Publiambiente, dove arrivano i rifiuti organici per essere trasformati in terriccio e concime. Il tutto arricchito da un'intervista al sindaco di Montespertoli Giulio Mangani.

La puntata andrà in onda giovedì 9 dicembre a partire dalle 12,25 su Rai 3. Il servizio, confezionato dalla giornalista Lara Nicoli, verrà introdotto in studio da Maurizio Mannoni e Maria Rosaria De Medici, conduttori del programma che si occupa quotidianamente di salute, soldi, consumi, ambiente e tempo libero con ospiti in studio, collegamenti in diretta, servizi filmati e interviste.

"Dopo il premio ricevuto a Roma quale Comune Riciclone - commenta il Sindaco Mangani - una cassa di risonanza nazionale come quella di Rai 3 è un ulteriore riconoscimento della bontà del nostro modello di raccolta rifiuti. Il merito va ovviamente in gran parte ai cittadini montespertolesi, che hanno accolto e interpretato alla perfezione il porta a porta. Una modalità apprezzata non solo per la percentuale dei rifiuti che da noi vengono differenziati, ma soprattutto per la qualità e gestione del servizio offerto. Non è un caso quindi che anche i media nazionali ci contattino per saperne di più. Prossimi obiettivi che ci siamo posti un'ulteriore riduzione della quantità di rifiuti prodotta, fare acquisti verdi (arredi urbani, materiali riciclati) ed estendere le possibilità di raccolta differenziata ai rifiuti elettrici ed elettronici, agli oli usati e così via."

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto: nuova scossa a Barberino

  • Maltempo: rischio nevicate in città

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

  • Terremoto Firenze: danni in Mugello, oltre 200 cittadini fuori casa

  • Terremoto in Mugello, al lavoro per identificare la faglia: "Sciame sismico prosegue"

  • San Godenzo: arrestato mentre attende il figlio all'uscita di scuola

Torna su
FirenzeToday è in caricamento