Il gioco d’azzardo in provincia di Firenze vale 850 milioni di euro

In provincia di Firenze vengono spesi nel gioco d'azzardo circa 850 milioni di euro. La somma pro-capite è di 888 euro

Il malato da gioco non è solo chi rimane parcheggiato davanti ad un “macchinetta” per ore ed ore, anche altri più giovane e freschi. Gli studenti. Infatti almeno la metà scommette e azzarda.
Il fenomeno è diffuso tanto che nella sola provincia di Firenze l’importo pro-capite speso nel rischio è di 888 euro, numero palindromo, e sintomo in taluni casi di dipendenza. Nella macroeconomia regionale pesa in misura del 2,96% del Pil, circa 850 milioni di euro.

Firenze comunque non è tra città più afflitte, a Massa Carrara incide per il 7,5% della ricchezza prodotta. Questo è ciò che è emerso dall’incontro di martedì “Il gioco di stato sei tu. I Giochi d’azzardo: come affrontare le nuove dipendenze”, dove si è parlato di ludopatia volendo far notare come anche on-line contribuisca a incrementare le puntate. “Intervenire con attività educative in modo da far capire ai giovani la negatività dell’abuso del gioco d’azzardo- ha detto la consigliera provinciali Pd Sara Biagiotti - anche in considerazione della alta diffusione del gioco via internet, dove basta iscriversi ed avere una carta di credito prepagata per poter giocare a tutto”.

Non confortano neanche i dati del territorio fiorentino emersi dall’incontro: circa 100 circoli su 278 consentono di arrischiarsi. Come risolvere? “Aumentare il prelievo fiscale sui giochi e far inserire la ludopatia nei servizi essenziali d’assistenza dei circuiti regionali: queste dovrebbe essere le risposte a quello che ormai è un problema a livello nazionale visto che in Italia si giocano circa 100 miliardi di euro l’anno”, è la posizione dell’onorevole Rolando Nannicini”.
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Via del Pergolino: sgombero della ex clinica, strada chiusa

  • Cronaca

    Lastra a Signa: incendio nella notte, due donne intossicate dal fumo

  • Cronaca

    Anziani maltrattati in una struttura: la denuncia dei dipendenti

  • Politica

    Genitori di Renzi ai domiciliari: a breve l'interrogatorio

I più letti della settimana

  • "Quattro ristoranti": la trattoria che ha detto "no" allo chef Borghese

  • Tramvia: linea 2 strapiena, la protesta di un fiorentino

  • Tragedia a Calenzano: 21enne muore in polisportiva

  • Incendio all'Uci Cinemas di Campi Bisenzio: evacuate 1200 persone

  • Morto Salvatore Spera: il re della pizza a Firenze

  • Tramvia, la Soprintendenza: “La linea per Bagno a Ripoli così non si può fare”

Torna su
FirenzeToday è in caricamento