Reddito di Cittadinanza, Acli: "In Toscana 36mila domande tra luci e ombre"

Il presidente Martelli: "Non possiamo dimenticare che ci sono 62mila famiglie che vivono in povertà assoluta"

Giacomo Martelli

“Alcune luci e molte ombre. Se analizziamo i dati pubblicati dal ministero non possono che emergere elementi di forte preoccupazione” sono le parole del presidente Acli della Toscana, Giacomo Martelli, che attraverso una nota spiega i numeri relativi al Reddito di Cittadinanza in Toscana resi noti dal Ministero del Lavoro.

“Come Toscana con 35.653 domande raccolte sia online, sia alle Poste sia ai Caf, siamo la nona Regione d'Italia - annota Martelli -. Ci precedono in questa classifica delle domande Campania, Sicilia, Lazio, Puglia, Lombardia, Calabria, Piemonte e Sardegna. E ci seguono Emilia Romagna, Veneto, Abruzzo, Liguria, Marche, Friuli, Basilicata, Umbria, Molise, Trentino Alto Adige e Valle d'Aosta. Insomma stiamo a metà strada, nel mezzo fra realtà dove le richieste di sussidio sono cospicue anche per l'alto numero degli abitanti oltreché per la situazione economica, e realtà dove i residenti sono meno e la realtà economica non disastrosa”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Netta la differenza tra chi ha presentato la domanda: " “E' equilibrata anche la distinzione fra uomini e donne – aggiunge Martelli - dato che fra quelle quasi 36mila domande poco più di 20 mila sono state presentate da cittadini toscani (20402 ndr) e circa 15mila da cittadine toscane (152519 ndr). Un dato questo che invece è in controtendenza rispetto al dato nazionale che vede prevalere le richieste fatte da donne (54%) su quelle presentate da uomini (46%). Di fronte a quelle 35 mila domande non possiamo dimenticare che oggi in Toscana ci sono 62 mila famiglie, pari a 140 mila persone, che vivono in povertà assoluta e ben 59 mila, pari ad altre 110 mila persone, che vivono in povertà relativa. E sinceramente non pensiamo che queste persone si siano arricchite improvvisamente”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in Toscana 35 nuovi casi: il doppio rispetto a ieri. I decessi sono 5, di cui 4 nel Fiorentino

  • Femminicidio a Cuneo: fermato un ex militare fiorentino

  • Coronavirus Toscana: "La grande truffa delle sanificazioni"

  • Coronavirus: in Toscana positivo l'1%. Quattro su cinque sono asintomatici

  • Le Frecce tricolori volano "a domicilio": il giro d'Italia passa da Firenze

  • Controlli a Fiesole: arrestato 24enne 

Torna su
FirenzeToday è in caricamento