Crisi dei supermercati Duegi Despar: 14 punti passano a Conad Tirreno

Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil della Toscana: "Positiva la prima fase di ricollocazione. Ora affrontare la situazione dei restanti negozi e lavoratori"

Ieri presso la sede Confcommercio di Firenze si è tenuto l'incontro per il passaggio di una parte dei negozi Duegi Despar a Astrea, che è una società di Conad del Tirreno. Si è proceduto secondo quanto previsto dalla normativa ex art. 47  Legge 428/90 secondo il quale Duegi srl ha proceduto all'affitto dei rami d'azienda costituiti dai supermercati Despar/Eurospar di: Arezzo Via Chiarini, 29 dipendenti, Lucca Capannori Via di Tiglio,15 dipendenti,  Lucca San Filippo, 17 dipendenti,  Firenzuola Via Giovanni XXIII,12 dipendenti, Arezzo Via Giotto,11 dipendenti, Arezzo Via Setteponti,16 dipendenti, Cortona Canucia Via Gramsci,16 dipendenti,  Figline Valdarno Via Roma,23 dipendenti, Castiglion Fiorentino, Via Martiri di Nassirya,29 dipendenti, Cinquale, M di Massa, Via Stradella,23 dipendenti, Montevarchi, Via Giovanni Pacoli,15 dipendenti, Viterbo, Via Garbini,15 dipendenti, San Giovanni Valdarno, Via Lavagnini,13 dipendenti, Scarperia, Via Matteotti,15 dipendenti.

L'accordo prevede il passaggio di 14 punti vendita per un totale di 249 dipendenti, i quali passeranno alle dipendenze di Astrea alle stesse condizioni in essere al momento del passaggio, che avverrà  presumibilmente in data 22 agosto. Da quel giorno i lavoratori saranno  a disposizione di Astrea che ha dichiarato di voler investire e rilanciare i punti vendita, i quali entro il 15 settembre saranno riaperti tutti gradualmente una volta ultimata l'operazione di restailing (Nuova insegna, rivisitazione e rilancio).

Oltre a garantire tutti i dipendenti assunti a tempo indeterminato, nel corso dell'incontro di ieri è stato chiesto ad Astrea di riconoscere ai lavoratori a termine e a quelli che non sono rientrati nel perimetro  del passaggio di riconoscergli un diritto di prelazione sulle nuove assunzioni anche a termine, la Società si è detta disponibile a prendere in considerazione la proposta. Si conclude positivamente pertanto la prima fase di ricollocazione dei 35 punti vendita di proprietà Duegi che contano 481 lavoratori.

I restanti 21 negozi e 232 lavoratori, sono interessati da trattative con altre aziende del settore e speriamo che a breve possano concludere positivamente il percorso di cessione. Resta da definire anche il futuro dei 197 dipendenti del magazzino sito in Arezzo che al momento non sembra interessato da proposte.

PROVINCIA - Quattro sono i punti vendita nella provincia di Firenze (Firenzuola, Scarperia, Calenzano e Figline) che contano più di 60 lavoratori e che passeranno in affitto di ramo di azienda.

“Con questa operazione - afferma Fabio Fantini della Filcams CGIL di Firenze -  si chiude solamente una prima fase della complessa vicenda del gruppo aretino perchè rimangono ancora senza risposta i lavoratori di molti altri punti vendita oltre  al centro distribuzione”. “Nella provincia di Firenze ci sono ancora più di 80 lavoratori - continua Fabio Fantini - che non conoscono il loro futuro pertanto sollecitiamo la proprietà a trovare soluzioni veloci che diano certezza occupazionale a tutti gli interessati”. “Nei prossimi giorni - conclude Fabio Fantini - incontreremo i rappresentanti delle  istituzioni locali del Mugello per valutare assieme l'impatto sociale che potrebbe avere questa vicenda su un territorio che oramai da anni subisce una profonda crisi”.

Potrebbe interessarti

  • Laura e Biagio negli stadi: tutte le informazioni sul concerto a Firenze

  • L'Enigma del Mostro di Firenze in tv

  • Negrita, la scaletta del concerto a Firenze

  • Le mostre da non perdere quest'estate a Firenze

I più letti della settimana

  • Disperso nel lago di Bilancino: ritrovato il corpo 

  • Famigliola di cinghiali a spasso a Careggi / FOTO

  • Carola Rackete: la Regione Toscana pensa ad un riconoscimento per la capitana della Sea Watch

  • Piazza dell'Isolotto: funerali del giovane Gabriele Vadalà / FOTO - VIDEO

  • Tragedia per un fiorentino in vacanza: muore in mare

  • Muore nell'ex ospedale in malora: "Una tragedia annunciata"

Torna su
FirenzeToday è in caricamento