Palazzo Vecchio: nuovi concorsi per posti di lavoro a tempo indeterminato in Comune

Nel 2019 ci sono stati 419 nuovi assunti, l'assessore al personale Martini: “A febbraio già un altro bando di concorso”

Nuovi concorsi per posti di lavoro a tempo indeterminato in Comune. Lo ha annunciato questa mattina l'assessore al personale Alessandro Martini. Saranno in ballo decine di posti di lavoro e il primo bando uscirà a febbraio.

Nel 2019 Palazzo Vecchio ha assunto a tempo indeterminato 419 persone, a fronte di 201 pensionamenti, ma “l’impegno per le nuove assunzioni continuerà anche nei prossimi anni. Sono già in programma ulteriori 60 assunzioni per il 2020 e 101 per il 2021. E si tratta di numeri sottostimati – assicura Martini –. In questi giorni stiamo rivedendo il piano triennale di fabbisogno relativo al triennio 2020-2021-2022 e già sappiamo che le assunzioni saranno molte di più”.

Come detto il primo nuovo bando di concorso, per 'operatori cucinieri' (cuochi), uscirà a febbraio.

Con i 419 nuovi assunti del 2019, dopo diversi anni il numero totale dei dipendenti di Palazzo Vecchio è lievemente cresciuto, dopo anni di drastico calo. I dipendenti comunali erano infatti circa 5.400 nel 2009, poi, anche per politiche nazionali di blocco del personale e del turn over, sono calati progressivamente di quasi 1.500 persone, arrivando ai 3.958 del 2018. Nel 2019 sono risaliti a 4.089 e l'età media si è ridotta di circa un anno mezzo (è passata dai 51,7 anni del 2017 ai 50,3 anni del 2019).

“Per noi è una grande soddisfazione. Ricordo che i compiti e le mansioni svolte dal Comune non sono diminuiti, semmai sono aumentati ed un aumento di personale, con anche un ringiovanimento di tutto l'apparato, è assolutamente necessario per garantire i servizi ai cittadini e continuerà”, sottolinea Martini.

Con le assunzioni dell'ultimo anno si sono esaurite numerose graduatorie (istruttore direttivo amministrativo, istruttore edile, istruttore direttivo tecnico, istruttore amministrativo, istruttore direttivo informativo e istruttore informatico), mentre restano aperte quelle per personale della scuola, agenti di polizia municipale e assistenti sociali.

Per i profili professionali mancanti, spiega Palazzo Vecchio “sarà necessario bandire nuovi concorsi oppure reclutare il personale con altre procedure come la mobilità oppure l’utilizzo di graduatorie di altri enti”. Quindi attenzione agli avvisi di concorsi sulla pagina web del Comune.

Martini ha infine annunciato una 'Festa della Riconoscenza' “per ringraziare i 201 dipendenti che sono andati in pensione lo scorso anno”.

E' la prima iniziativa di questo genere e gli ex dipendenti riceveranno dal sindaco Nardella, mercoledì 22 gennaio nel Salone dei Cinquecento, una pergamena ricordo e “un omaggio simbolico a testimonianza della gratitudine dell’amministrazione e della città”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Via Baracca: vinti 500mila euro con un "Gratta e Vinci"

  • Coronavirus: dalla Cina stanno rientrando a Prato e Firenze 2.500 persone

  • Folle inseguimento, paura sui viali: 14enne semina il panico

  • Campi Bisenzio, rivende merce rubata ai Gigli davanti ai Gigli: denunciata

  • Via San Zanobi, donna trovata morta in albergo. Caccia al compagno

  • Lavoro: concorso per 84 assunzioni in Regione Toscana

Torna su
FirenzeToday è in caricamento