Il Centro chiude, 160 i dipendenti che perderanno il posto

La catena rischia di non arrivare alla vendita

Sono 18 i punti vendita della catena e 160 i dipendenti che resteranno a casa. Cadla spa, concessionaria Despar, aveva acquisito i supermercati da Il Centro srl, ma la richiesta di concordato preventivo non è stata autorizzata dal Tribunale, che ha invece dichiarato il fallimento e nominato un curatore.

I dipendenti hanno atteso in silenzio, sperando che qualcosa potesse voltarsi nel verso giusto. "la catena affida il suo marchio al rapporto diretto con i clienti - hanno spiegato nei mesi scorsi gli addetti alle casse - e non possiamo permetterci di esternare disagio, occorre mantenere sempre la migliore qualità del servizio" intanto gli scaffali venivano riforniti, anche se "alcuni fornitori nel tempo sono cambiati" spostando le preferenze gestionali dal piccolo agricoltore alla media distribuzione per contenere i costi ed allargare quella 'nicchia' iniziale che avrebbe voluto in vendita solo prodotti tipici ed 'introvabili'.

 Rescisso dunque il contratto di affitto e Cadla spa dovrà spiegare adesso come intende procedere per restituire i negozi. L'azienda può chiudere i minimarket, interrompere le forniture del prodotto fresco, evitando così la vendita all'asta che consentirebbe di trattare con eventuali compratori.
 Enrico Talenti della Cgil chiede lo stato di crisi ed auspica un incontro con l'assessore Gianfranco Simoncini al fine di ottenere la Cassa integrazione che prolungherebbe i tempi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Formaggio e uova richiamati per rischio contaminazione

  • Lavaggi in lavatrice senza sapone con le "sfere magiche": ecco la novità | FOTO

  • Incidente in via Nardi: scooter travolto da auto, 22enne gravissima

  • Panico in Autogrill: sospetto Coronavirus per una donna cinese

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

  • Coronavirus: le precauzioni della regione Toscana

Torna su
FirenzeToday è in caricamento