Cavalli comprato da un fondo di Dubai

I sindacati: "Tutelare tutti i lavoratori"

Manifestazione dei lavoratori di Roberto Cavalli, foto di reperto

Roberto Cavalli spa passa al gruppo immobiliare di Dubai Damac Prosperties, con una capitalizzazione di mercato di 4 miliardi di dollari e che fa capo ad Ussain Sajwani, accreditato da Forbes come quarto uomo più ricco degli Emirati Arabi. E' qunanto scritto stamani dalla Repubblica di Firenze.

Via libera alla cessione del brand fiorentino. Il fondo di Dubai - che ha vinto la concorrenza della Otb di Renzo Rosso e del fondo americano Bluestare Alliance (ma all'ultimo si sono aggiunte anche altre proposte non vincolanti) - avrebbe offerto oltre 100 milioni con il pagamento integrale di tutti i debiti di Cavalli (circa 50 milioni solo quelli verso le banche).

"Ci auguriamo che la scelta sia alla base della trasparenza, del progetto industriale più serio e impegnato a mantenere posti di lavoro", scrivono in una nota firmata da Barbetti con Mirko Zacchei della Femca Cisl.

Il pensiero va ai circa 200 dipendenti della Roberto Cavalli all'Osmannoro, addetti alla direzione generale, al commerciale, prototipisti, ma anche ai circa 400 che nell'area fiorentina lavorano alla produzione nell'indotto.

Nei giorni scorsi l'offerta del fondo di Dubai, che aveva già una partnership con Cavalli per la costruzione di cinque strutture ricettive di lusso negli Emirati, era stata giudicata dagli osservatori esterni migliore delle altre anche in funzione della tutela dell'occupazione.

Ma il sindacato si affida al tribunale. "È necessario sottolineare l'importanza di questo presidio industriale nel territorio e la valenza delle professionalità che hanno fatto grande il nome dell'Italia e di Firenze nel mondo - spiegano Cgil e Cisl - Non è più tempo di soluzioni di comodo o di scelte in cui al centro non ci siano i lavoratori e le lavoratrici della Cavalli. Nonostante la scarsa condivisione dei progetti e delle scelte della parte aziendale con chi rappresenta i lavoratori, serve un progetto credibile e che dia slancio a un marchio italiano d'eccellenza".

Il prossimo passo sarà la firma per l'acquisizione delle azioni da parte di Damac, con l'annuncio che dovrebbe arrivare all'inizio della prossima settimana.

Potrebbe interessarti

  • Laura e Biagio negli stadi: tutte le informazioni sul concerto a Firenze

  • Cena sotto le stelle in piazza Santissima Annunziata: ecco come partecipare

  • Negrita, la scaletta del concerto a Firenze

  • Eventi da non perdere a luglio

I più letti della settimana

  • Morto in incidente all'Isolotto: lo scooter era rubato

  • Disperso nel lago di Bilancino: ritrovato il corpo 

  • Famigliola di cinghiali a spasso a Careggi / FOTO

  • Carola Rackete: la Regione Toscana pensa ad un riconoscimento per la capitana della Sea Watch

  • Piazza dell'Isolotto: funerali del giovane Gabriele Vadalà / FOTO - VIDEO

  • Morte di Gabriele Vadalà: la lettera del padre

Torna su
FirenzeToday è in caricamento