Bekaert: licenziati dipendenti della ditta delle pulizie

La Filcams Cgil: “Anche per loro si pensi ad ammortizzatori sociali”

Bekaert (fonte Calosi)

Dopo le lettere di licenziamento agli operai della Bekaert, adesso sono state recapitate missive per la cessazione dell'attività ai lavoratori della “Girolami & C.”, azienda che aveva l'appalto delle pulizie all'interno della fabbrica di Figline Valdarno.

L'azienda ha comunicato in un primo momento la data del 4 settembre come ultimo giorno di lavoro, successivamente ha comunicato verbalmente che i lavoratori rimarranno a lavoro fino ai primi di ottobre o fino a quando la fabbrica rimarrà aperta, sapendo già che saranno comunque licenziati.

Sono altri 15 lavoratori e rispettive famiglie che perdono il lavoro e che vanno a sommarsi ai 318 dipendenti Bekaert (oltre all'appalto della mensa e della sorveglianza, e senza contare l'indotto).

"Chiediamo al governo e al ministro del lavoro - scrive Gianni Filindassi della Filcams Cgil - di non dimenticarsi dei lavoratori dei servizi e - se sarà fatto un decreto specifico per consentire gli ammortizzatori sociali anche in caso di chiusura della fabbrica - chiediamo che tale decreto tenga conto e sia utilizzabile anche per i lavoratori in appalto di quella fabbrica".
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Droga, smantellata la centrale dello spaccio alla Fortezza: 26 arresti

  • Cronaca

    Sindaci del Mugello contro Trenitalia, treni cancellati per pochi fiocchi di neve

  • Cronaca

    Bambina in pericolo di vita trasportata al Meyer su un Falcon 50 dell'Aeronautica

  • Cronaca

    Neve sulle colline fiorentine / FOTO

I più letti della settimana

  • Allerta meteo per neve

  • Neve in arrivo

  • Meteo: prevista neve in città

  • Trasporti: in arrivo sciopero

  • Incidenti stradali, auto contro autobus: diversi feriti

  • Delirio in via de' Benci: prende a testate una vetrata e aggredisce i carabinieri / FOTO - VIDEO

Torna su
FirenzeToday è in caricamento