La storia della panzanella e come prepararla

Panzanella fonte Wikipedia

Un piatto povero e semplicissimo, perfetto nei giorni estivi ma anche come aperitivo invernale. Parliamo della panzanella, una ricetta carica di storia e curiosità.  Molti ne attribuiscono la nascita all'usanza contadina di bagnare il pane secco e mescolarlo insieme alle verdure dell'orto. Secondo altri invece la panzanella avrebbe origine a bordo dei pescherecci, dove i marinai si portavano solo qualche pomodoro e del pane duro che poi inumidivano con l'acqua del mare. Qualunque sia la vera storia, certo è che si tratta di un piatto antico: persino il Boccaccio parla del “pan lavato” in una delle novelle del suo celebre Decameron. Anche il nome è da sempre oggetto di discussioni. C'è chi sostiene che il termine nasca dall'unione delle parole “pan” e “zanella”, vezzeggiativo di “zana”, indicante sia un cesto di vimini dove si faceva asciugare il pane bagnato che una zuppiera, oppure dall'espressione “zampanella”, in Emilia chiamata anche borlengo, una sorta di focaccia molto sottile che, quando diventava troppo dura, veniva bagnata per poter essere mangiata di nuovo. Altri ancora ritengono che rappresenti una variante della parola “panzana”, in italiano sinonimo di frottola, fandonia, a sua volta derivante secondo alcuni dizionari da “panicciana”, ovvero una “cosa molle, inconsistente”.  Al di là della sua storia, la panzanella resta uno dei piatti più buoni della cucina toscana. Ecco come prepararla secondo la ricetta tradizionale.

Ingredienti per 4 persone

300 GR PANE TOSCANO RAFFERMO

1 CIPOLLA ROSSA (MEGLIO SE DI CERTALDO O DI TROPEA)

1 CETRIOLO

3 POMODORI 

BASILICO

ACETO 

SALE E PEPE Q.B.

OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Prendete un contenitore con dell'acqua fredda e metteteci il pane raffermo a mollo. Una volta ammorbidito, strizzatelo bene e riducetelo in briciole dentro una zuppiera. Pulite e tagliate la cipolla e il cetriolo, aggiungete il basilico e condite il tutto con olio, aceto e sale secondo il vostro gusto. Aggiungete le verdure condite al pan molle, fate lo stesso con i pomodori tagliati a fette e mischiate bene il tutto. Lasciate riposare in frigo per qualche ora e servite con un giro d'olio a crudo e altre foglie di basilico intere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 9 nuovi casi, focolaio a Impruneta

  • Coronavirus Toscana, 3 nuovi focolai. Ordinanza di Rossi: "Contagiati vadano in albergo o multa di 5.000 euro"

  • Coronavirus: si torna a salire a causa dei cluster, 2 decessi e 19 nuovi casi 

  • Gignoro: malore per l'autista Ataf, perde il controllo del bus e si schianta. Chiusa via del Guarlone | FOTO

  • Rissa in spiaggia, denunciati sei giovani fiorentini

  • Emergenza coronavirus non impatta sul mattone: Firenze città più cara d'Italia

Torna su
FirenzeToday è in caricamento