I segreti del pane toscano

Un pane rigorosamente senza sale o, per dirla insieme ai fiorentini, "sciocco". Una ricetta antica, che nasce ai tempi delle lotte tra Firenze e Pisa

Credits: Wikipedia

Il pane toscano, così come quello umbro, presenta la peculiare caratteristica di essere completamente privo di sale o, come si dice in Toscana, “sciocco”. Un aspetto che, oltre ad averlo reso famoso in tutta la Penisola, è da sempre oggetto di discussione: meglio col sale o senza? 

Al di là delle disquisizioni culinarie e i gusti personali, la particolare produzione del pane toscano, pressoché unica in tutto il mondo, sarebbe legata ad almeno due motivazioni. 

La prima deve essere rintracciata nella stessa tradizione della cucina toscana, una tradizione fatta prettamente di sapori robusti, dove salumi e insaccati molto saporiti la fanno da padrone.

Il pane privo di sale costituisce, oltre che una necessità, anche l'ingrediente ideale, perfetto sia per accompagnare che realizzare piatti tipici, quali ad esempio la pappa col pomodoro o l'amatissima ribollita, così come i celeberrimi crostini neri o anche un semplice ma gustosissimo panino col prosciutto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Firenze Rocks 2020: fan in fermento per la quarta edizione

  • Via Palazzuolo: completamente nuda semina il panico in strada

  • Versilia: fiorentina muore durante una gita in montagna

  • Incidente sull'autostrada A1: feriti e code per chilometri

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

  • Aeroporto di Peretola: nuovi voli da Firenze grazie a Vueling

Torna su
FirenzeToday è in caricamento