Ztl no stop, Nardella: “Se ne parla dopo la tramvia”

Il sindaco intanto annuncia più vigili contro la sosta selvaggia in Oltrarno: “Limiteremo sempre più il traffico privato”

Ztl no stop: di reintrodurla, dopo l'esperimento dell'estate appena conclusa, per ora non se ne parla. A mettere la parola fine al balletto di dichiarazioni (con l'assessore alla mobilità Stefano Giorgetti che nelle ultime settimane si era più volte espresso per una rapida reintroduzione) è stato ieri il sindaco Dario Nardella, a margine della piantumazione del primo albero del nuovo 'boschetto' di piazza del Carmine.

Limitare il traffico privato

“La nostra volontà è quella di limitare sempre di più il traffico privato. Ma i cittadini sono già sotto pressione per i tanti cantieri aperti in città. Se fermiamo l'accesso in centro dobbiamo offrire alternative di trasporto pubblico, quindi è giusto parlarne a fine cantieri, con le linee 2 e 3 della tramvia in funzione”, spiega il sindaco.

Dunque, secondo la tempistica confermata ieri in consiglio comunale da Giorgetti, a giugno prossimo (il grosso dei cantieri dovrebbe chiudersi a fine dicembre, a fine febbraio si prevede il termine completo dei lavori ma la messa in esercizio per il pubblico scatterà dopo i collaudi, tra fine maggio e giugno).

Rinviato lo scontro con i commercianti

Con il rinvio definitivo della reintroduzione della Ztl no stop Nardella da una parte stoppa il dibattito sulla questione interno alla sua stessa giunta (favorevoli al ripristino rapido sarebbero stati, secondo quando scrive il Corriere Fiorentino, anche l'assessore al bilancio Perra e la vice sindaca Giachi, entrambi residenti in centro storico), dall'altra rinvia lo scontro con i commercianti, da sempre contrari alla Ztl (figuriamoci in un periodo di alte vendite come quello precedente il Natale).

Più vigili in Oltrarno contro la sosta selvaggia

Della decisione non saranno invece contenti i residenti dell'Oltrarno, che sui social scaricano ogni giorno le foto di una valanga di auto posteggiate ovunque in sosta selvaggia. “Sì, soprattutto durante i fine settimana servono più controlli – ammette Nardella -. Manderemo qualche vigile in più”. Per il momento però nessun altro dettaglio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Isolotto: il portellone si apre e la bara finisce in strada

  • Terremoto Firenze: la terra trema in città

  • Terremoto: la terra trema nel Fiorentino

  • Maltempo: rischio nevicate in città

  • Terremoto Firenze: danni in Mugello, oltre 200 cittadini fuori casa

  • Terremoto in Mugello, al lavoro per identificare la faglia: "Sciame sismico prosegue"

Torna su
FirenzeToday è in caricamento