Via del Sodo: minaccia di dare fuoco alla falegnameria della zia

E' il nipote acquisito della titolare, era già stato denunciato dalla donna per maltrattamenti

Foto Google Maps

Stamani lite accesa tra un albanese 36enne e la proprietaria di una falegnameria in Via del Sodo. Sul posto sono arrivati i carabinieri che hanno trovato l'uomo cosparso di benzina. Prima dell’arrivo delle forza dell'ordine, si era rifugiato nella sua abitazione attigua al laboratorio. I militari sono entrati all’interno dell’appartamento e hanno trovato l'uomo che cercava di togliersi di dosso l’odore della benzina e di disfarsi dei propri abiti.

Il 36enne, come ricostruito dai carabinieri, mentre si trovava all’interno della falegnameria, aveva cosparso di liquido infiammabile il pavimento, se stesso e la titolare dell’attività, minacciando di appiccare il fuoco probabilmente per convincere la donna a ritirare una denuncia sporta nello scorso mese di agosto contro il 36enne.

L'uomo, nipote acquisito della donna, quattro mesi fa fu denunciato dalla zia per episodi di violenza (anche con palpeggiamenti) commessi verosimilmente per motivi di gelosia che l’albanese nutriva nei confronti dello zio.  Il 36enne, regolarmente soggiornante sul territorio nazionale, è stato portato nel carcere di Sollicciano per i reati di atti persecutori, minacce aggravate e lesioni personali .

Potrebbe interessarti

  • L'Enigma del Mostro di Firenze in tv

  • Le mostre da non perdere quest'estate a Firenze

  • Tea tree oil, gli usi per la cura del corpo e della casa

  • Eventi da non perdere a luglio

I più letti della settimana

  • Ragazza muore travolta dal treno 

  • Tragedia per un fiorentino in vacanza: muore in mare

  • Muore nell'ex ospedale in malora: "Una tragedia annunciata"

  • Outlet di Barberino del Mugello, cambia la proprietà

  • Da Renzi a Carlo Conti: tutti pazzi per Face App, il trucco per invecchiare

  • Sesso a pagamento: si cresce poco, cala il prezzo delle escort

Torna su
FirenzeToday è in caricamento