Centro: rimprovera tossicodipendenti che si "bucano", accoltellato 

Ha riportato la lesione di un tendine dopo una coltellata

Accoltellato perché ha chiesto di non "bucarsi" vicino alla sua casa. E' successo giovedì quando un 37enne avrebbe notato due cittadini marocchini seduti in Via Laura intenti a iniettarsi delle sostanze, probabilmente del metadone. Sarebbe stato proprio l'ammonimento a scatenare l'ira di uno dei due che avrebbe estratto un coltello a serramanico colpendolo sul dorso della mano. Poco dopo il 37enne si è recato all'ospedale di Santa Maria Nuova da dove è uscito con una prognosi di 45 giorni in quanto ha subito la recisione di un tendine. La polizia sta indagando sull'episodio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Isolotto: il portellone si apre e la bara finisce in strada

  • Terremoto Firenze: la terra trema in città

  • Terremoto: la terra trema nel Fiorentino

  • Maltempo: rischio nevicate in città

  • Terremoto Firenze: danni in Mugello, oltre 200 cittadini fuori casa

  • Terremoto in Mugello, al lavoro per identificare la faglia: "Sciame sismico prosegue"

Torna su
FirenzeToday è in caricamento