Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Livorno, truffe internazionali nella vendita delle case: 4 arresti

Operazione della guardia di finanza. Gli indagati per associazione sono dieci, c'è anche un notaio. Sequestrate ville e auto di lusso

 

Avrebbero promesso guadagni facili a imprenditori in difficoltà, "garantendo" di poter "piazzare" all'estero case, alberghi e terreni. Invece gli unici a guadagnarci, circa un milione di euro a operazione, sarebbero stati i componenti di un "sodalizio criminale", come definito dalla guardia di finanza, composto da professionisti, che è stato smantellato stamani dal nucleo di polizia economico-finanziaria delle fiamme gialle di Livorno.

Quattro in totale le persone arrestate, due in carcere e altrettante ai domiciliari, mentre a un notaio è stata inibita l'attività professionale per otto mesi. Il giro di affari ammontava a circa 150 milioni di euro. 

Dove avvenivano le truffe
Le indagini, coordinate dalla procura di Livorno diretta da Ettore Squillace Greco, sono iniziate grazie a numerose denunce presentate da 53 vittime consentendo di individuare le responsabilità di 10 persone coinvolte in 28 episodi di truffa realizzati a Livorno e in altre 10 località toscane, da Firenze a Casciana Terme, da Bibbona a Portoferraio, da Ponsacco a Fauglia, da Crespina Lorenzana a Riparbella, fino ad arrivare a Volterra e a Follonica. Ulteriori casi si sono verificati inoltre al di fuori della Toscana, in altre otto regioni, dal Piemonte (Alessandria) alla Liguria (Camogli e Sarzana), dalla Lombardia (Pavia) al Veneto (Venezia e Verona), dall'Emilia Romagna (Carpi) all'Umbria (Assisi e Arrone), fino in Campania (Pozzuoli) e in Puglia (Altamura). 

Per cinque dei dieci indagati è emerso, secondo l'accusa, il coinvolgimento attivo in una vera e propria associazione per delinquere finalizzata alla truffa, che operava attraverso schemi fraudolenti diversificati, adattati ai vari contesti.  
 

>>>Tutti gli indagati e le modalità delle truffe: lo leggi su Livornotoday

Potrebbe Interessarti

Torna su
FirenzeToday è in caricamento