Vaccini: il Comune sospende 90 bambini dall'asilo

Dopo l'invito a mettersi in regola partono le comunicazioni. Ma i presidi denunciano: "Non possiamo impedire l'accesso"

Novanta bambini sospesi dall'asilo per non essere in regola con gli obblighi vaccinali. Il Comune di Firenze in questi giorni sta facendo partire le comunicazioni: piccoli fino a sei anni che non saranno riammessi fino a che non si metteranno in regola. Arriva dunque la scure contro il mancato rispetto della normativa. Lo riporta stamani il Corriere Fiorentino, che intervistando il vicesindaco Cristina Giachi riferisce che il provvedimento riguarda il 2% dei bambini. 

Il Comune, nel mese trascorso dopo la scadenza fissata al 10 marzo, avrebbe comunque agito per sensibilizzare i genitori a mettersi in regola. Ma non tutti i dirigenti scolastici sembrano essere convinti. Alessandro Artini, presidente toscano dell’associazione nazionale presidi, sentito dal Corriere, parla dell'ambiguità di fondo: i responsabili delle scuole sono tenuti a sospendere i bambini ma poi non possono impedire l'ingresso dei sospesi.

I presidi lamentano dunque scarsa chiarezza nella normativa, oltre che informazioni frammentarie e poteri limitati nell'applicazione della legge.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto Firenze: la terra trema in città

  • Terremoto: la terra trema nel Fiorentino

  • Terremoto: nuova scossa a Barberino

  • Maltempo: rischio nevicate in città

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

  • Terremoto Firenze: danni in Mugello, oltre 200 cittadini fuori casa

Torna su
FirenzeToday è in caricamento