Ubriaco urina sulla tramvia e aggredisce il conducente, il sindacato: “Situazione grave”

Nello stesso giorno due casi di aggressioni verbali e fisiche contro gli autisti, Milli: “L'azienda ponga più attenzione al problema"

Due casi di aggressioni verbali e fisiche contro i conducenti della tramvia. A denunciarle è Massimo Milli, della segreteria provinciale del sindacato Faisa Cisal, che parla di "situazione grave".

Entrambi i casi sono avvenuti al capolinea della linea 1 di Careggi, all'inizio delle corse, poco dopo le 5 del mattino, e al termine, a mezzanotte e mezza circa, nella giornata di mercoledì 18 settembre, due giorni fa.

Nel primo caso, un uomo è salito a bordo e, visibilmente ubriaco e barcollante, riferisce il sindacalista, ha urinato sopra il convoglio. Alle richieste di scendere, avrebbe inveito violentemente contro il conducente, finendoci anche addosso.

Il secondo episodio è successo ad un altro conducente, ma sempre, appunto, la terminal di Careggi, con un uomo che, a bordo del convoglio, non ne voleva sapere di scendere.

“Siamo costretti a segnalare altri due episodi di violenza verbale e fisica. Manifestando tutta la nostra solidarietà e vicinanza ai colleghi sopracitati, cogliamo l'occasione per chiedere all'azienda Gest un impegno a porre maggiore attenzione verso questo problema, in via di espansione e non più
gestibile, individuando soluzioni per garantire e preservare la sicurezza di tutto il personale viaggiante, con particolare attenzione ai conducenti”, dichiara Milli.

“Peraltro - prosegue il sindacalista -, invitiamo chi di dovere ad intervenire e prendersi cura di queste persone che, alcune stazionanti nelle vicinanze di Careggi, hanno indubbiamente bisogno di assistenza sociale e di cure”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Delirio in Via de'Pucci: chiuso lo Shot Cafè

  • Stazione di Rifredi: ragazza muore investita dal treno / FOTO

  • Paura all'aeroporto di Peretola: tenta di disarmare militare dell'Esercito

  • Crac Costruzioni Margheri: sette condanne per bancarotta

  • Carceri: sesso per i detenuti, chiesto intervento della Regione  

  • San Jacopino: allarme bomba / FOTO

Torna su
FirenzeToday è in caricamento