Truffa del contachilometri: scoperto raggiro di venditori di auto a Prato

Le fiamme gialle hanno sequestrato 32 vetture

Manomettevano i contachilometri delle auto usate per realizzare guadagni superiori nella vendita. Nove persone fra rivenditori e titolari di autofficine pratesi sono stati denunciati perché ritenuti responsabili di ''frode in commercio'' in un'indagine condotta dalla guardia di finanza.

Le fiamme gialle hanno sequestrato in città 32 auto a cui erano stati diminuiti illegalmente i km percorsi. La finanza inoltre individuato almeno 15 veicoli venduti all'ignara clientela con contachilometri manomesso.

L'indagine è stata condotta insieme alla polizia stradale di Prato, sotto il coordinamento e la costante direzione del sostituto procuratore della Repubblica Laura Canovai. Dalle indagini è emerso che un'autofficina pratese in particolare si prestava alla manomissione materiale dei contachilometri, utilizzando software piratati delle maggiori case automobilistiche internazionali e strumentazioni tecniche all'avanguardia.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stazione di Rifredi: ragazza muore investita dal treno / FOTO

  • Paura all'aeroporto di Peretola: tenta di disarmare militare dell'Esercito

  • Crac Costruzioni Margheri: sette condanne per bancarotta

  • Carceri: sesso per i detenuti, chiesto intervento della Regione  

  • Delirio in Via de'Pucci: chiuso lo Shot Cafè

  • San Jacopino: allarme bomba / FOTO

Torna su
FirenzeToday è in caricamento