Truffa dell'acqua contaminata: derubate ottantenni

E' successo due volte nel giro di pochi giorni

"Signora l'acqua è contaminata potrebbe danneggiare l'oro, lo metta da una parte". E' la truffa dell'acqua contaminata. Con questa scusa i truffatori si fanno aprire la porta dagli anziani che abitano da soli e ne approfittano per rubare gli oggetti di valore che hanno in casa.

A Firenze negli ultimi due giorni si sono verificati due episodi simili. Martedì nella zona di Soffiano una 90enne ha aperto la porta di casa a due truffatori che si sono spacciati per un tecnico del Comune e per un vigile urbano. I due avrebbero detto alla donna che l'acqua era contaminata e poi le hanno portato via contanti per alcune centinaia di euro e gioielli senza che si accorgesse di nulla.

Ieri, invece, in via Circondaria la vittima è stata una donna di circa 80 anni. Anche in questo caso i truffatori, che si sono spacciati per tecnici di Publiacqua, hanno utilizzato la scusa dell'acqua tossica per entrare in casa della donna. Le hanno rubato i monili in oro che conservava nella sua abitazione.

Sugli episodi indaga la polizia. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Delirio in Via de'Pucci: chiuso lo Shot Cafè

  • Stazione di Rifredi: ragazza muore investita dal treno / FOTO

  • Crac Costruzioni Margheri: sette condanne per bancarotta

  • Carceri: sesso per i detenuti, chiesto intervento della Regione  

  • San Jacopino: allarme bomba / FOTO

  • Fiorentina: il nuovo stadio a Campi Bisenzio incompatibile con l'aeroporto

Torna su
FirenzeToday è in caricamento