Truffa dell'acqua contaminata: derubate ottantenni

E' successo due volte nel giro di pochi giorni

"Signora l'acqua è contaminata potrebbe danneggiare l'oro, lo metta da una parte". E' la truffa dell'acqua contaminata. Con questa scusa i truffatori si fanno aprire la porta dagli anziani che abitano da soli e ne approfittano per rubare gli oggetti di valore che hanno in casa.

A Firenze negli ultimi due giorni si sono verificati due episodi simili. Martedì nella zona di Soffiano una 90enne ha aperto la porta di casa a due truffatori che si sono spacciati per un tecnico del Comune e per un vigile urbano. I due avrebbero detto alla donna che l'acqua era contaminata e poi le hanno portato via contanti per alcune centinaia di euro e gioielli senza che si accorgesse di nulla.

Ieri, invece, in via Circondaria la vittima è stata una donna di circa 80 anni. Anche in questo caso i truffatori, che si sono spacciati per tecnici di Publiacqua, hanno utilizzato la scusa dell'acqua tossica per entrare in casa della donna. Le hanno rubato i monili in oro che conservava nella sua abitazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sugli episodi indaga la polizia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: si torna a salire a causa dei cluster, 2 decessi e 19 nuovi casi 

  • Rissa in spiaggia, denunciati sei giovani fiorentini

  • Marina di Castagneto: fiorentino muore dopo un bagno

  • Emergenza coronavirus non impatta sul mattone: Firenze città più cara d'Italia

  • Entra in funzione 'PagoPA', addio verbale rosa sull'auto: come cambiano le multe

  • Coronavirus, dipendenti senza mascherina: chiuso e multato un supermercato

Torna su
FirenzeToday è in caricamento