Trovato morto in un campo dell'Aretino: nessuno lo ha cercato per 20 giorni

E' stato scoperto da un passante che ha allertato i carabinieri

Una vita da invisibile ed è stato così anche dopo. Per una ventina di giorni nessuno si è infatti accorto della sua assenza e ieri sera è stato trovato esanime in un campo di Montevarchi. Si tratta di un cittadino indiano di 47 anni trovato senza vita su alcuni terreni della cittadina del Valdarno non lontano all'ospedale della Gruccia. Il 47enne era un senza fissa dimora, sebbene formalmente risultava essere residente a Firenze. L'allarme al 112 è stato dato da un passante che ha notato il corpo privo di vita.

Gli ultimi giorni dell'uomo sono stati ricostruiti dai militari di San Giovanni Valdarno che, a seguito del ritrovamento, hanno avviato un'indagine. Gli elementi raccolti fanno presumere che l'uomo, solo e senza meta, sia stato colto da un arresto cardiaco mentre si trovava nel campo. Stroncato da un malore.  La salma dell'uomo, che in passato avrebbe sofferto di problemi legati all'alcol, è stata recuperata dai volontari della Misericordia e trasportata nel vicino ospedale. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Toscana, 3 nuovi focolai. Ordinanza di Rossi: "Contagiati vadano in albergo o multa di 5.000 euro"

  • Coronavirus: si torna a salire a causa dei cluster, 2 decessi e 19 nuovi casi 

  • Rissa in spiaggia, denunciati sei giovani fiorentini

  • Marina di Castagneto: fiorentino muore dopo un bagno

  • Emergenza coronavirus non impatta sul mattone: Firenze città più cara d'Italia

  • Entra in funzione 'PagoPA', addio verbale rosa sull'auto: come cambiano le multe

Torna su
FirenzeToday è in caricamento