Treni regionali: aumenta il costo dei biglietti

E’ dovuto all'adeguamento del tasso d’inflazione programmata

Immagine di repertorio

Lunedì mattina in molti si sono stupiti per l’aumento del costo dei treni regionali. Per esempio prima il biglietto per Cecina da Firenze costava 12,50 euro ora costa 12,70. Stessa cosa per Pontedera, prima costava 7 euro ora costa 7,10.

Trenitalia fa sapere che non si tratta di un aumento del costo dei biglietti ma dell’adeguamento automatico al tasso di inflazione programmata, previsto nel contratto di servizio con la Regione Toscana.

“Le tariffe si adeguano automaticamente al tasso di inflazione - spiega l’azienda - che è pari all’ 1,2 %. Se prendiamo una tratta di 50 km l’adeguamento è di 10 centesimi, mentre per un abbonamento mensile è di 1 euro”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non si tratta quindi di una novità, ogni primo luglio si verifica tale adeguamento che fa riferimento al valore del tasso di inflazione programmata.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Firenze usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colossale truffa nel mondo del vino: Brunello e Champagne falsi

  • Tragedia in centro: muore a 28 anni in un incidente stradale / FOTO

  • Incidente a Bagno a Ripoli: muore 38enne fiorentino 

  • Cosa fare questo fine settimana a Firenze

  • Bancarotte a "catena" nei ristoranti: arrestati imprenditori 

  • Il caso Palamara avvelena Firenze: giudice si prepensiona e accusa la presidente del Tribunale

Torna su
FirenzeToday è in caricamento