Treni regionali: aumenta il costo dei biglietti

E’ dovuto all'adeguamento del tasso d’inflazione programmata

Immagine di repertorio

Lunedì mattina in molti si sono stupiti per l’aumento del costo dei treni regionali. Per esempio prima il biglietto per Cecina da Firenze costava 12,50 euro ora costa 12,70. Stessa cosa per Pontedera, prima costava 7 euro ora costa 7,10.

Trenitalia fa sapere che non si tratta di un aumento del costo dei biglietti ma dell’adeguamento automatico al tasso di inflazione programmata, previsto nel contratto di servizio con la Regione Toscana.

“Le tariffe si adeguano automaticamente al tasso di inflazione - spiega l’azienda - che è pari all’ 1,2 %. Se prendiamo una tratta di 50 km l’adeguamento è di 10 centesimi, mentre per un abbonamento mensile è di 1 euro”.

Non si tratta quindi di una novità, ogni primo luglio si verifica tale adeguamento che fa riferimento al valore del tasso di inflazione programmata.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Firenze usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo morto nella sua auto: è il genero di Roberto Cavalli

  • Tramvia sovraffollata, la Cgil: “Situazione insostenibile"

  • Via Palazzuolo: completamente nuda semina il panico in strada

  • Versilia: fiorentina muore durante una gita in montagna

  • Aeroporto di Peretola: nuovi voli da Firenze grazie a Vueling

  • Piero Pelù si è sposato con Gianna / FOTO

Torna su
FirenzeToday è in caricamento