Tramvia sovraffollata, la Cgil: “Situazione insostenibile"

Chiede di aprire un confronto tra Comune, Gest e le parti sociali

Foto di repertorio

Le vetture della tramvia sono strapiene di persone in alcuni orari, anche le banchine sono sempre più affollate con conseguenti possibili rischi di sicurezza e ci sono file di comitive che fanno il biglietto alla fermata. E' questo l'allarme lanciato stamani da Filt-Cgil che definisce la situazione "insostenibile"

Filt-Cgil ha scritto in un comunicato che è: "Necessario, d'altra parte, che la politica intervenga sulle questioni che interessano la mobilità e la viabilità collettiva; i temi della mobilità cittadina non possono anch'essi essere bloccati nell'attesa dell'esito della gara regionale TPL".

Il sindacato ritiene opportuno che ogni iniziativa debba essere in armonia con gli interessi collettivi della città e porti un miglioramento alle condizioni dei lavoratori, a cominciare dallo sgravio dell'orario medio di guida degli autisti di GEST.

"In conclusione - scrive Filt-Cgil - il sindacato si rende disponibile alla massima collaborazione, auspicando che il confronto tra amministrazione comunale e Gest si allarghi alle parti sociali e possa svilupparsi nel modo più costruttivo (tanto più che il tema non riguarda solo la categoria ma l’intera cittadinanza), e che metta al centro l’incremento del trasporto pubblico locale nella svolta “green” più volte citata come obiettivo dell'amministrazione comunale".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Firenze usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi incidente a Ponte a Greve: traffico bloccato / FOTO

  • Tentati furti in casa: attenti alle fascette di plastica 

  • Giornata mondiale della pizza: ecco le pizzerie da provare a Firenze

  • Palazzo Vecchio: nuovi concorsi per posti di lavoro a tempo indeterminato in Comune

  • Mette in scena il suo funerale con tanto di carro d'epoca e corteo funebre

  • Incidente a Novoli: traffico bloccato / FOTO 

Torna su
FirenzeToday è in caricamento