Tramvia: dagli scavi sui viali spunta la testa delle mura, è polemica

Palazzo Vecchio precisa: non andrebbe a interferire con la realizzazione della sede tranviaria

Gli scavi sui viali all'altezza di Via La Marmora

Proseguono i saggi archeologici sul percorso della linea tranviaria in direzione di Bagno a Ripoli. Ieri sera in viale Matteotti è stata trovata una testa delle mura di Arnolfo. Il ritrovamento è avvenuto all'altezza di via La Marmora.  A "supervisionare" i cantieri era presente anche il consigliere di Fratelli d’Italia Alessandro Draghi. "L’escavatore – spiega Draghi – arrivato ad un certo punto ha trovato un suolo più duro; dai rilievi successivi sembra che siano riaffiorate le vecchie mura. Se ciò fosse confermato si dovrebbe smentire quanto detto ieri, martedì 20 Agosto, dall’assessore Giorgetti: "finora non sono stati rilevati resti di mura né altri particolari siti archeologici". Cosa farà adesso l’amministrazione comunale, appurato che sotto il tracciato esistono le fondamenta murarie?". "Fratelli d’Italia ribadisce la sua perplessità verso l’intero progetto: far passare la tramvia sui Viali comporterebbe la riduzione da 6 corsie a 4 compromettendo la viabilità e causando la congestione del traffico" conclude Draghi.

Una profondità che, spiega  Palazzo Vecchio, non andrebbe a interferire con la realizzazione della sede tranviaria. Nel tardo pomeriggio l'assessore alla mobilità Stefano Giorgetti ha voluto replicare e mettere i puntini sulle i. "Al consigliere Draghi consiglierei di stare ai fatti e evitare polemiche infondate e fuorvianti: la testa delle mura rinvenuta stanotte è a 70 centimetri dal piano stradale, una profondità che non va a interferire con la realizzazione della sede tranviaria. Cosa farà l’amministrazione quindi è presto detto: noi andiamo avanti e realizzeremo la tramvia verso Bagno a Ripoli come previsto nel nostro programma. Aggiungo che ieri pomeriggio, dando notizia del termine della prima fase dei saggi, abbiamo fatto riferimento alle indagini svolte nel tratto intorno a piazza Beccaria, dove appunto fino a quel momento non c’erano stati ritrovamenti: i resti di mura sono stati completamente rinvenuti questa notte e in un altro scavo, all’altezza di via La Marmora”.

Intanto vanno avanti a ritmo serrato le indagini preliminari propedeutiche allo sviluppo del progetto. Da stasera al 24 agosto  mura-2interesseranno viale Giovine Italia e da domani, sempre fino al 24, coinvolgeranno invece la zona di piazza della Libertà. Prossima settimana invece il programma prosegue con altri due saggi, in piazzale Donatello e in viale Gramsci. Ecco i provvedimenti relativi agli interventi di questa settimana.

Dal 21 di stasera 21 agosto alle 24 del 24 agosto, con validità dalle ore 0,00 alle ore 24,00, in viale Giovine Italia, dall’inizio dell’isola spartitraffico, saranno in vigore restringimenti di carreggiata, divieto di sosta con rimozione forzata lungo l’intera sede stradale e limite di velocità a 30Km/H.
Da domani 22 agosto al giorno 24 agosto, con validità dalle ore 0,00 alle ore 24,00, in piazza della Libertà, dall’intersezione tra via Madonna della Tosse e viale Don Minzoni, saranno in vigore restringimenti di carreggiata, divieti di sosta con rimozione forzata nell’intera sede stradale e in piazza Libertà lato Ponte Rosso-viale Don Minzoni, limite massimo di velocità di 30 km/h. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio in appartamento in piazza Indipendenza, strade chiuse e caos traffico / FOTO

  • Firenze Rocks 2020: fan in fermento per la quarta edizione

  • Versilia: fiorentina muore durante una gita in montagna

  • Incidente sull'autostrada A1: feriti e code per chilometri

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

  • Via Palazzuolo: completamente nuda semina il panico in strada

Torna su
FirenzeToday è in caricamento