Novoli: percorso pedo-ciclabile “pronto”, ma due mesi dopo è ancora chiuso / FOTO

L'apertura “a breve” annunciata due giorni prima delle elezioni, il Quartiere brancola nel buio: “Aprirà il prima possibile”

Nella foto sopra, tra gli altri, Giorgetti in camicia chiara e Balli ultimo a destra

Era “pronto” il 24 maggio scorso, due giorni prima delle elezioni comunali, ma ad oggi risulta ancora chiuso. E' il percorso 'pedo-ciclabile' che costeggia il viadotto San Donato della tramvia, a Novoli, che da viale Redi attraversa il Mugnone e porta in via di Novoli.

“Tutto è pronto per aprire il nuovo percorso pedo-ciclabile sul Viadotto San Donato realizzato con i lavori della linea T2 Vespucci. A breve sarà disponibile per pedoni e ciclisti”, scriveva il 24 maggio l'allora assessore alla mobilità Stefano Giorgetti (confermato anche in questo secondo mandato Nardella) su Facebook, postando una foto in bicicletta sul nuovo asfalto rosso assieme al presidente del Quartiere 5 Cristiano Balli (rieletto nello stesso incarico il 26 maggio).

A breve dunque. Esattamente due mesi dopo, oggi è il 25 luglio, la pista ciclabile e il camminamento pedonale risultano però ancora chiusi, e non è chiaro quando potrà aprire. Il Quartiere sembra brancolare nel buio. E proprio il 'buio' (nonostante il sole a picco di questi giorni per gran parte delle giornate) pare essere la criticità principale.

Novoli: anche la nuova fermata senza pensiline / FOTO

“Ci sono problemi di collaudo dell'impianto di illuminazione, si tratta di circa 250 punti luce, è una questione di natura tecnica. Stiamo premendo il più possibile per risolvere la questione”, spiega il presidente del quartiere Balli.

Dunque solo l'impianto di illuminazione non sarebbe pronto. La ciclabile e il camminamento non potrebbero allora aprire almeno durante il giorno? Per essere aperti, replica Balli, “l'opera deve essere conforme e collaudata in tutte le sue parti, per motivi di sicurezza, così ci hanno detto i tecnici. Le verifiche sono in corso”.

Quindi resta tutto chiuso. Sui tempi il Quartiere, anche se sono passati già due mesi dall'annuncio dell'apertura, non si sente di prendere alcun impegno. “Stiamo facendo il nostro lavoro, assieme all'amministrazione comunale. Aprirà il prima possibile”, si limita a rispondere Balli.

In attesa di nuove comunicazioni da Palazzo Vecchio, che nel pomeriggio fa sapere: "Dovrebbe concludersi tutto alla fine della prossima settimana". Intorno al 4 agosto dunque, 70 giorni dopo l'annuncio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto Firenze: la terra trema in città

  • Terremoto: la terra trema nel Fiorentino

  • Terremoto: nuova scossa a Barberino

  • Maltempo: rischio nevicate in città

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

  • Terremoto Firenze: danni in Mugello, oltre 200 cittadini fuori casa

Torna su
FirenzeToday è in caricamento