Traffico, Forza Italia attacca: “Sistema tramviario un fallimento, città paralizzata”

All'indomani della giornata più nera, con la tramvia fermata dal traffico alla stazione

Traffico alla stazione (archivio)

Domenica scorsa per il traffico fiorentino è stata una giornata campale, con l'area intorno alla stazione paralizzata dal traffico. Per la prima volta anche la tramvia, quel mezzo che dovrebbe garantire di non rimanere mai fermo perché viaggia su corsie ad hoc, è stata costretta allo stop: circa 15 minuti ferma, perché le auto invadevano i binari.

“Linea interrotta a causa del traffico nell'area della Stazione di SMN. Le auto in coda stanno momentaneamente bloccando la sede tramviaria. Il servizio ripartirà appena possibile. Aggiornamenti a breve”, il laconico Tweet di Gest, la società che gestisce la tramvia (naturalmente non colpa sua il blocco) postato alle 19:26 (il tweet successivo che annuncia il ritorno alla regolarità è delle 19:35).

E dopo l'ennesima paralisi della città, con tanti automobilisti che scaricano la loro rabbia sui social, anche Forza Italia ieri è tornata all'attacco.

“Anche oggi (ieri, 9 ottobre, ndr) a Firenze il traffico era congestionato ovunque, Novoli, piazza Dalmazia, zona stazione, Rifredi. Tutta la città è continuamente paralizzata. Ingorghi, code, cittadini esasperati: se non si adotta un modello di sincronizzazione semaforica diverso da quello che c'è oggi, sarà una città perpetuamente al collasso”, attacca Marco Stella, consigliere regionale e coordinatore fiorentino di Forza Italia.

“Sono stati commessi troppi errori. L'entrata in funzione di due linee del tram, i semafori eccessivamente lunghi e la sottrazione di sede stradale da parte dei binari hanno aggravato il problema e si può tranquillamente dire che il sistema tramviario ha già mostrato il suo fallimento. Urge un piano operativo immediato, una ri-sincronizzare dei semafori della tramvia e una riorganizzazione degli orari della Ztl, in modo da consentire una valvola di sfogo ai viali paralizzati”, conclude Stella, proponendo dunque un più libero accesso delle auto dai viali verso il centro. Una possibilità quest'ultima malvista dall'amministrazione, per il timore che comporti una paralisi generalizzata anche dell'area dentro i viali.

Critiche sulla gestione della viabilità anche dal consigliere comunale di Firenze riparte a Sinistra Tommaso Grassi. “Il caos regna sovrano. Basta un'auto sui binari della tramvia per bloccare tutto. Ma i vigili dove erano? Anche questa volta ci pare chiaro che chi è al comando e all'organizzazione del servizio non sia sufficientemente in grado di farlo - dice Grassi -. Presenteremo una richiesta di accesso agli atti per capire quanti erano gli agenti in servizio".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto Firenze: la terra trema in città

  • Terremoto: la terra trema nel Fiorentino

  • Maltempo: rischio nevicate in città

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

  • Terremoto Firenze: danni in Mugello, oltre 200 cittadini fuori casa

  • Terremoto in Mugello, al lavoro per identificare la faglia: "Sciame sismico prosegue"

Torna su
FirenzeToday è in caricamento