Tir in autostrada con dispositivo di controllo manomesso

In questo modo i camionisti potevano, non rispettando i tempi di riposi, arrivare prima a destinazione. Ritirate cinque patenti

Nei giorni scorsi controlli della polizia lungo l'autostrada A1: cinque le patenti ritirate a camionisti che avrebbero alterato, o non messo proprio in funzione, il dispositivo che controlla gli orari di marcia. I primi tre, che trasportavano latte, frutta e ricambi per auto, sono stati fermati lunedì sull’A1, vicino Bagno a Ripoli. Questi avevano alterato con una calamita la "scatola nera" del mezzo, al fine di non far registrare le reali ore di guida. Questo gli avrebbe permesso, non rispettando i tempi di riposo stabiliti, di arrivare prima a destinazione.  Ai tre è stata ritirata la patente e sono stati multati di 1500 euro.  Altri due camion sono fermati, sempre lungo l'autostrada, nei pressi di Incisa Valdarno. In questo caso i guidatori non avevano attivato i dispositivi, falsando così i reali dati di marcia. A loro la Polstrada ha ritirato loro la patente e inflitto una multa di 900 euro.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Firenze usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Incidente a Sollicciano: scontro auto-moto

  • Cronaca

    Giallo al Varlungo: trovato in gravi condizioni sotto un ponte

  • Incidenti stradali

    Incidente in via Perfetti Ricasoli: urta un’auto e fugge

  • Politica

    Aumentano le intimidazioni agli amministratori locali: 19 casi in Toscana

I più letti della settimana

  • Incidente in Viale Giovine Italia: muore ciclista / FOTO

  • Gucci, nuovo stabilimento a Scandicci: pronte 400 assunzioni

  • 5 gite fuori porta in Toscana per il ponte del 25 aprile

  • Cinema: morto Vittorio Taviani. Il cordoglio di Rossi

  • Gavinana: minacciata con un coltello fuori da una gelateria

  • Come vivere la primavera a Firenze e dintorni

Torna su
FirenzeToday è in caricamento