Superstrada Fi-Pi-Li, Giani: “Facciamo la terza corsia”

Il candidato a presidente della Regione per il centrosinistra: “Potremmo realizzarla con i soldi incassati dalle multe”

Eugenio Giani, foto Agenzia Dire

Una terza corsia sulla superstrada Fi-Pi-Li, utilizzatissima ogni giorno da tanti fiorentini e da tantissimi altri che dai dintorni, per motivi di lavoro o altro, ogni giorno si recano nel capoluogo su una strada spesso 'intasata'.

È una delle proposte lanciata da Eugenio Giani, il candidato presidente per il centrosinistra alle prossime elezioni regionali di primavera, durante un'intervista a 'Primo Piano' su Rtv38.

"Ogni anno dalle multe dei 9 autovelox sulla Firenze-Pisa-Livorno vengono raccolti 15 milioni di euro. Con questi soldi - spiega Giani, attualmente presidente del consiglio regionale -, possiamo stipulare un mutuo e realizzare passo per passo la terza corsia".

Si tratterebbe, per l'uomo del Pd che ha messo in piedi una coalizione sostenuta da ben 18 sigle, di invertire la rotta rispetto alla gestione attuale di quei proventi.

"Questi 15 milioni oggi vanno alla Città metropolitana – sottolinea Giani -. Se sono sanzioni che nascono per un'educazione alla guida nella Fi-Pi-Li io dico, rispendiamoli nella Fi-Pi-Li".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Firenze usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, altro caso sospetto a Firenze: il secondo tampone è positivo

  • Coronavirus, caso sospetto a Santa Maria Novella

  • Coronavirus: due i casi positivi in Toscana, dopo Firenze anche Pescia

  • Coronavirus: altri due contagiati a Firenze

  • Coronavirus: anche in Toscana nuove misure per chi torna dalla Cina

  • Coronavirus, Rossi: "No alla chiusura di scuole o stop ai concorsi"

Torna su
FirenzeToday è in caricamento