Terremoto in Mugello, ripristinata la circolazione dei treni

Si sono registrati pesanti disagi ai viaggiatori

I controlli all’infrastruttura ferroviaria non hanno riscontrato criticità e la circolazione è ripresa su tutte le linee interessate dal terremoto registrato questa mattina nell’area del Mugello. Lo comunica Rfi, Rete ferroviaria italiana.

Questa mattina, a seguito delle scosse di terremoto, i ritardi e i disagi ai passeggeri sono stati molto pesanti, con ritardi ben oltre le due ore.

Alle 8.30 era ripreso il traffico ferroviario sulle linee AV Bologna – Firenze, Firenze – Roma Direttissima e convenzionale e successivamente anche sulle linee Pistoia – Porretta Terme, Firenze – Empoli, Bologna – Prato convenzionale e Prato – Pistoia. Informazioni sui treni coinvolti sono disponibili sui siti web delle Imprese ferroviarie.

Dalle ore 4.35 circa la circolazione era stata sospesa in via precauzionale. Al lavoro oltre 100 operatori delle squadre tecniche, impegnati nell’effettuare e concludere le verifiche nel più breve tempo possibile.

Le procedure di allerta, condivise con Protezione Civile e Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), prevedono che siano effettuate verifiche sull’infrastruttura ogniqualvolta le scosse di terremoto superano i 4 gradi della scala Richter.

In base alla magnitudo della scossa, alla profondità e alla posizione dell’epicentro, i sistemi di controllo delle Sale Operative individuano la zona rossa in cui la circolazione ferroviaria deve essere sospesa e devono essere effettuati i controlli precauzionali dei tecnici, a bordo di locomotori e carrelli di servizio, e la zona gialla dove i treni devono viaggiare alla velocità massima di 30 km/h.

Potenziate da Trenitalia con oltre 200 addetti, anche nelle biglietterie, l’assistenza e le informazioni in seguito alla scossa di terremoto che ha interessato l’area dell’Appenino Tosco-Emilano.

I viaggiatori - comunicano ancora dal gruppo delle Ferrovie - sono stati informati anche attraverso mail, sms e il servizio Infopush dell’App Trenitalia.

"Il personale di Trenitalia è presente dalle prime ore della mattina per assistere i viaggiatori sia dei treni regionali della Toscana ed Emilia-Romagna sia dei treni a media e lunga percorrenza in tutte le stazioni servite dall’Alta Velocità", si legge in una nota diffusa. Per i treni regionali sono previsti i rimborsi come da normativa.

Terremoto: rimborso dei biglietti del treno

Per quanto riguarda i treni a media e lunga percorrenza: è previsto il rimborso del 50% del prezzo del biglietto, in bonus o denaro, per ritardi pari e oltre le due ore; il 25% del prezzo del biglietto, in bonus o denaro, per ritardi fra 60 e 119 minuti. Inoltre, per le Frecce di Trenitalia il rimborso del 25% del prezzo del biglietto, in bonus, per ritardi fra 30 e 59 minuti.

I viaggiatori dei treni a media e lunga percorrenza di Trenitalia che hanno rinunciato al viaggio hanno diritto al rimborso integrale del biglietto (da richiedere prima della partenza) o alla riprogrammazione del proprio viaggio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Terremoto in Mugello: la chiesa ferita dal sisma

Terremoto in Mugello: “Verifiche su ponti e viadotti, non ci sono rischi”

Terremoto oggi: 36 scosse nelle ultime 12 ore. Nardella: "Nessun allarme"

Terremoto in Mugello, il prefetto: "Attenzione alle fake news" / VIDEO

Terremoto nel Mugello: controlli alla Cupola del Duomo di Firenze

Terremoto oggi, il parroco della chiesa lesionata: "Quando ho sentito la scossa mi sono alzato"

Terremoto oggi, il geologo: "Impossibile fare previsioni" / VIDEO

Terremoto e caos treni nodo Firenze 

Terremoto, il sindaco di Barberino di Mugello: "Nessun problema alla diga di Bilancino"

Terremoto Mugello: il sisma di 100 anni fa

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Firenze usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fare la spesa in Toscana al tempo del Covid-19: ecco cosa cambia

  • Coronavirus: dipendente Esselunga risultato positivo al Covid-19

  • Bambini mezz'ora a spasso, Prato contro Firenze: "Allucinante, vi siete accorti che c'è una pandemia?"

  • Coronavirus, emergenza studenti fuori sede: “In 10mila non riescono più a pagare l’affitto”

  • Coronavirus: il quartiere è deserto e una famiglia di anatre arriva fino alla farmacia

  • Coop: chiusi la domenica tutti i punti vendita fino a metà aprile

Torna su
FirenzeToday è in caricamento