Terremoto in Albania: le Misericordie pronte a partire

Aperta la Sala Operativa Nazionale, disponibili uomini e mezzi

La Misericordia di Firenze (credits by Facebook)

A seguito del forte terremoto che ha colpito questa notte l’Albania, con epicentro poco lontano da Durazzo, l’Area Emergenze della Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia informa che è già aperta la Sala Operativa Nazionale e già mobilitati sono i volontari. In particolare sono pronti e disponibili per partire dal porto di Bari 5 mezzi e 20 persone, in attesa di disposizioni da parte del Dipartimento Nazionale di Protezione Civile. Le Misericordie sono comunque disponibili anche ad implementare le forze mettendo in campo altri uomini e mezzi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Toscana si mobilita

Per quanto riguarda la regione Toscana è stato richiesto all’Area Emergenze un modulo di assistenza della popolazione per accogliere 250 persone.  È già stato stabilito anche il contatto con Caritas Albania che, tramite l’Amministratore Apostolico dell’Albania meridionale Monsignor Giovanni Peragine, ha chiesto alle Misericordie sostegno per l’apertura di 5 campi Caritas soprattutto per quanto riguarda i generi alimentari, il vettovagliamento e dotazioni per la sistemazione notturna nelle tendopoli. Naturalmente sono già operativi ed attivi i Fratelli e le Sorelle della Misericordia di Elbasan, recentemente inaugurata, che stanno soccorrendo i feriti nella città di Durazzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, maxi-multa all'automobilista romantico: "Sto andando dalla mia fidanzata, mi manca"

  • Coronavirus: morto il primo medico fiorentino

  • Coronavirus: un agriturismo "stupefacente". Cinque arresti a Pontassieve | VIDEO

  • Coronavirus: presto l'obbligo, si esce solo con la mascherina 

  • Coronavirus: 173 nuovi casi e 18 decessi in Toscana 

  • Effetto Coronavirus, Comune di Firenze a rischio default: "resta liquidità per tre mesi"

Torna su
FirenzeToday è in caricamento