Sicurezza: 63 nuovi occhi elettronici sulla città / FOTO

Nardella: “Siamo la città con la più alta concentrazione di telecamere per numero di abitanti”

Nardella e Vannucci inaugurano la telecamera di via di Brozzi

Questa mattina il sindaco Dario Nardella e l’assessore Andrea Vannucci hanno attivato una nuova telecamera in via di Brozzi, strada che si trova in una delle zone più sensibili della città. Sempre in mattinata sono state accesi in tutto 63 nuovi occhi elettronici a Firenze. Le nuove telecamere si trovano nei quartieri 1, 2 e 5. Sono state installate nel centro storico (area Sant’Ambrogio e via dei Benci e San Niccolò in Oltrarno), nel quartiere Leopolda e nelle zone del Parterre, di Campo di Marte e Varlungo-Rovezzano. Il sistema di videosorveglianza cittadino è adesso costituito da 818 telecamere, collegate con una rete in fibra ottica a un sistema  centrale di supervisione, gestione ed archiviazione. Le immagini sono rinviate dal sistema in tempo reale alle sale operative di Polizia municipale, questura, carabinieri e guardia di finanza oltre che alle sale gestione semaforiche della Direzione mobilità e di Silfi e alle sale operative del 118, della Protezione civile e dei vigili del fuoco.

“Abbiamo sempre sostenuto che la sicurezza sia un diritto dei cittadini - ha detto il sindaco Nardella - e che debba essere garantita da comune e forze dell’ordine, più telecamere e illuminazione pubblica fanno sentire i cittadini più al sicuro. Tra lo scorso mandato e questi primi mesi ne abbiamo installate oltre 800, puntiamo ad arrivare a quota mille nei prossimi mesi. Siamo - ha concluso il primo cittadino - la città con la più alta concentrazione di telecamere per numero di abitanti”.

“Abbiamo investito costantemente su illuminazione e telecamere di videosorveglianza – ha chiarito l’assessore Vannucci - la collocazione delle telecamere viene scelta assieme alle forze dell’ordine”. Vannucci ha poi colto l’occasione per annunciare il piano sulla sicurezza urbana che comprende la presenza di vigili di quartiere e l’istituzione dei comitati di vicinato e per la legalità (che partiranno a settembre). “Gli agenti promessi dal ministro Salvini non sono ancora arrivati (dovevano giungere in città 250 agenti di polizia in più), noi non facciamo politica per spot”, ha tuonato l’assessore.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Isolotto: il portellone si apre e la bara finisce in strada

  • Terremoto Firenze: la terra trema in città

  • Terremoto: la terra trema nel Fiorentino

  • La migliore caffetteria d'Italia è a Firenze

  • Sgombero in via Baracca: coinvolte decine di famiglie, caos traffico / FOTO

  • La rinascita della Fortezza: dalla criminalità alla pista di pattinaggio più lunga d'Europa | FOTO

Torna su
FirenzeToday è in caricamento