Tav, Nardella incontra Rfi: "Andare avanti sul nodo fiorentino" e Bocci vede il sottosegretario Siri

Bocci organizza una road map sulle infrastrutture

C’erano stati diversi malumori per l’incontro tra Ubaldo Bocci, candidato del centrodestra a Firenze, e il sottosegretario alle Infrastrutture Siri. Perché Bocci al momento è un semplice cittadino.

Ieri a Roma ha incontrato il sottosegretario Siri. In particolare, Bocci ha sottolineato: "La necessità  che il dossier Firenze sia al centro del tavolo nazionale, e in tal senso ha ottenuto garanzie". Da qui è scattata l'idea di allestire una road map che faccia il punto delle criticità, dei ritardi accumulati e che colleghi i vari snodi tra loro, in una visione di città competitiva e all'avanguardia.

Anche Nardella ieri è andato nella capitale per incontrare  l'amministratore delegato di Rfi, Maurizio Gentile.

Sul tavolo di Nardella e Gentile c’è la stazione Foster e la Tav.  Nel corso del colloquio,  il sindaco e Gentile hanno condiviso l'opportunità  di costituire un gruppo di lavoro tecnico congiunto. Un team composto da Regione, Città metropolitana, Comune e Rfi:  "Per avviare la progettazione del servizio ferroviario suburbano fiorentino, ovvero la metropolitana di superficie che consentirà ai pendolari dei comuni della Toscana centrale di usufruire di treni veloci e frequenti con fermate ogni 1.000-1.500 metri".

Al tavolo, quindi, Nardella e Rfi hanno ribadito la volontà di andare avanti con la realizzazione del nodo fiorentino dell'alta velocità e della stazione Foster, secondo il project review già approvato, dove è prevista la realizzazione di un hub di interscambio tra treno, tram, bus, bici e auto.

La posizione dei Verdi sulla Tav 

"Noi Verdi crediamo sia strategico per la nostra città considerare come priorità la creazione di un vero servizio ferroviario metropolitano, quello che abbiamo chiamato SUFI: Servizio Urbano Ferroviario per Firenze, con cui sarà possibile sviluppare al meglio una mobilità integrata nell’area metropolitana, e andare da Campo di Marte a Rifredi in 8 minuti e con treni ogni 5 minuti. Questo progetto si lega alla nostra posizione sulla TAV a Firenze. I costi ambientali ed economici del sotto-attraversamento dell'Alta Velocità sono giustificati soltanto se si possono liberare tutti i binari esistenti per creare il SUFI. Siamo a favore del completamento del sotto-attraversamento TAV a Firenze a patto che si ritorni al vecchio progetto che prevedeva una stazione per i regionali in corrispondenza della Foster".

Potrebbe interessarti

  • L'Enigma del Mostro di Firenze in tv

  • Le mostre da non perdere quest'estate a Firenze

  • Tea tree oil, gli usi per la cura del corpo e della casa

  • Eventi da non perdere a luglio

I più letti della settimana

  • Tragedia per un fiorentino in vacanza: muore in mare

  • Ragazza muore travolta dal treno 

  • Muore nell'ex ospedale in malora: "Una tragedia annunciata"

  • Outlet di Barberino del Mugello, cambia la proprietà

  • Da Renzi a Carlo Conti: tutti pazzi per Face App, il trucco per invecchiare

  • Sesso a pagamento: si cresce poco, cala il prezzo delle escort

Torna su
FirenzeToday è in caricamento