Gli studenti del Leon Battista Alberti premiati alla V° edizione del Premio Michelangelo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FirenzeToday

Come è ormai tradizione anche quest'anno in occasione dell'anniversario della nascita di Michelangelo Buonarroti, il Rotary Club Firenze Michelangelo ha celebrato la ricorrenza con un concorso organizzato in collaborazione con il Comune di Firenze e con il Liceo Artistico Leon Battista Alberti dedicato agli studenti che si sono particolarmente distinti nel realizzare opere ispirate al grande artista. La premiazione si è tenuta il 6 marzo nel Salone Brunelleschi del Palagio di Parte Guelfa a Firenze ed è stata preceduta dal consueto Corteo Storico che, partendo da Palazzo Vecchio è giunto sino a Santa Croce dove è stata depositata una corona sulla tomba di Michelangelo.

Alla premiazione hanno partecipato la presidente del Rotary Club Firenze Michelangelo Francesca Avezzano Comes, l'assessore del Comune di Firenze Stefano Giorgetti, il presidente Fondazione Casa Buonarroti Eugenio Giani, il presidente Opera Medicea Laurenziana Enrico Bocci e il Segretario Generale Accademia delle Arti e del Disegno Wanda Butera oltre al preside del Liceo Artistico Leon Battista Alberti la professoressa Eda Bruni.

Tre gli studenti premiati per i lavori più creativi, e molti quelli menzionati data la grande partecipazione all'iniziativa. Ai giovani partecipanti è stato richiesto di proporre dei progetti che non rappresentassero solo un'esercitazione teorica ispirata dalle suggestioni dell'opera michelangiolesca, ma anche che la progettazione del manufatto potesse essere realizzato in aziende che fanno parte del Rotary Club Firenze Michelangelo.

Tutti gli oggetti sono stati poi realizzati in aziende artigiane di eccellenza del nostro territorio partendo dai disegni e dalle progettazioni degli studenti che partecipano al concorso. Quest'anno agli studenti è stato richiesto di realizzare un oggetto da scrivania che tenesse conto delle difficoltà di passare da un disegno bidimensionale ad un oggetto ovviamente tridimensionale. Nelle scorse edizioni del Premio gli studenti hanno realizzato opere diverse, dalla moneta commemorativa della nascita di Michelangelo nella prima edizione, al soprammobile in terra cotta dell'Impruneta nella seconda, per giungere al portachiavi della precedente edizione.

Fin dalla sua fondazione il Rotary Club Firenze Michelangelo pone particolare attenzione alla valorizzazione delle antiche tradizioni artigianali di Firenze e del territorio, tradizioni ben rappresentate nel club da numerosi soci che svolgono proprio quelle attività come loro professione. Ed è proprio da questa idea di sinergia e di fare impresa che è nata l'idea del Premio Rotary Club Firenze Michelangelo.

Torna su
FirenzeToday è in caricamento