Studentessa violentata a Varlungo: il presunto stupratore avrebbe già agito

Sarà confrontato il dna di una precedente aggressione

Il dna del 25enne romeno arrestato con l'accusa di aver violentato una studentessa 21enne al Varlungo sarà confrontato con quello dell'aggressore di uno stupro molto simile avvenuto nella stessa zona di Firenze il 23 giugno scorso. Vittima allora fu una giapponese che da anni vive e lavora nel capoluogo toscano e che alle 5.30 fu aggredita mentre faceva jogging in un parco. Di questo episodio c'è il dna dell'aggressore ma non la sua identità: ancora non è stato scoperto.

Quindi, secondo quanto appreso da Ansa, l'inchiesta della procura di Firenze aperta sul fatto verificatosi nella notte tra il 23 e il 24 settembre andrà ad accostare questi due recenti episodi di violenza sessuale contro due donne in città.
   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sgombero in via Baracca: coinvolte decine di famiglie, caos traffico / FOTO

  • La migliore caffetteria d'Italia è a Firenze

  • La rinascita della Fortezza: dalla criminalità alla pista di pattinaggio più lunga d'Europa | FOTO

  • Pelago, violenta rissa per un parcheggio: prognosi fino a 30 giorni, 4 denunciati

  • Salvini a Firenze, le sardine riempiono piazza della Repubblica: "Siamo 40mila" / FOTO - VIDEO

  • Cinque cose da fare a Firenze per vivere il Natale

Torna su
FirenzeToday è in caricamento