Strage di Parigi, più controlli davanti alle sedi dei giornali e consolato

Rafforzati dal prefetto Luigi Varratta i controlli su tutti gli obiettivi sensibili

Dopo la strage di Parigi sono state intensificate in città le misure di controllo sugli obbiettivi sensibili. Modalità applicate non solo a Firenze ma anche in altre città d’arte toscane come Siena e Pisa. A disporre le direttive, su imput del ministero dell’Interno, è stato il prefetto Luigi Varratta che ieri ha tenuto un incontro con le forze di polizia. L’allerta terrorismo ha portato a una maggiore vigilanza davanti a sedi di giornali, emittenti televisive e radio, sedi diplomatiche, università e consolato francese. 

FIRENZE SCENDE IN PIAZZA E LANCIA UN CONTEST DI VIGNETTE

IL DAVID CON IL LUTTO AL BRACCIO E LA FIACCOLATA IN CENTRO

CONDANNA DELL'IMAM DI FIRENZE SULL'ATTENTATO

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Movida: ubriachi fradici davanti ai figli piccoli

  • Cronaca

    Tramvia: asfaltature e divieti lungo la linea 3  

  • Cronaca

    Calenzano: incendio in una camera d'albergo

  • Cronaca

    Caldo record: sale il rischio incendi boschivi

I più letti della settimana

  • Incidente in Viale Giovine Italia: muore ciclista / FOTO

  • Gucci, nuovo stabilimento a Scandicci: pronte 400 assunzioni

  • 5 gite fuori porta in Toscana per il ponte del 25 aprile

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo fine settimana

  • Giallo al Varlungo: trovato in gravi condizioni sotto un ponte

  • Gavinana: minacciata con un coltello fuori da una gelateria

Torna su
FirenzeToday è in caricamento