Strage di Parigi, più controlli davanti alle sedi dei giornali e consolato

Rafforzati dal prefetto Luigi Varratta i controlli su tutti gli obiettivi sensibili

Dopo la strage di Parigi sono state intensificate in città le misure di controllo sugli obbiettivi sensibili. Modalità applicate non solo a Firenze ma anche in altre città d’arte toscane come Siena e Pisa. A disporre le direttive, su imput del ministero dell’Interno, è stato il prefetto Luigi Varratta che ieri ha tenuto un incontro con le forze di polizia. L’allerta terrorismo ha portato a una maggiore vigilanza davanti a sedi di giornali, emittenti televisive e radio, sedi diplomatiche, università e consolato francese. 

FIRENZE SCENDE IN PIAZZA E LANCIA UN CONTEST DI VIGNETTE

IL DAVID CON IL LUTTO AL BRACCIO E LA FIACCOLATA IN CENTRO

CONDANNA DELL'IMAM DI FIRENZE SULL'ATTENTATO

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Il Papa arriva nel Mugello

    • Cronaca

      Reporter detenuto in Turchia: Gabriele Del Grande è libero

    • Cronaca

      Pestaggio a Canazei: denunciati tre fiorentini 

    • Economia

      Commercio, nuovo sciopero per il 25 Aprile e Primo Maggio

    I più letti della settimana

    • Sesso in strada in via Palazzuolo, Nardella: "Intollerabile"

    • Galluzzo, cadavere carbonizzato in un furgone / FOTO

    • San Frediano, l'ex cinema Eolo diventa un supermercato

    • Falso allarme bomba in Piazza Indipendenza / FOTO

    • Cinghiali in città: incidente stradale per Caterina Biti

    • Figuraccia del sindaco: parcheggia l'auto sulle strisce pedonali

    Torna su
    FirenzeToday è in caricamento