Stazione di Rifredi: fermato corriere di eroina

Trasportava 17 ovuli di eroina nel retto

Trasportava 17 ovuli di eroina nel retto e stava aspettava un treno regionale per Livorno quando ieri sera è stato fermato alla stazione di Rifredi dalla squadra mobile.
L’uomo, un cittadino nigeriano di 23 anni, aveva insospettito le pattuglie appostate tra i binari dello scalo ferroviario non appena era sceso da regionale partito da Prato. Negli ultimi mesi non sono stati infrequenti gli episodi conclusi con l’arresto da parte della polizia, di pusher o - come in questo caso - di “corrieri della droga” che gravitavano proprio nelle stazioni fiorentine, tra le quali quella di Rifredi.

Ieri, poco prima delle 22.00 il giovane cittadino nigeriano ha attirato l’attenzione dei poliziotti mostrando evidenti segni di nervosismo e appena gli operatori si sono avvicinati per il controllo, il “corriere” - privo di qualsiasi documento - ha insospettito ulteriormente gli agenti che sono così voluti andare a fondo nella vicenda.
In ospedale una tac ha subito rivelato che il 23enne aveva nascosto all’interno del proprio corpo ben 17 ovuli di eroina.

Durante l’operazione, conclusa con l’arresto dell’uomo - accusato di trasporto e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente - la squadra mobile ha complessivamente sequestrato quasi 200 grammi di droga.
 

Potrebbe interessarti

  • 10 idee per una gita fuori porta in Toscana per Ferragosto

  • Accadde oggi: il film Amici miei arriva al cinema

  • Le sagre di Ferragosto da non perdere

  • Furti in casa: tornano i contributi per l’installazione degli allarmi

I più letti della settimana

  • Lite per il parcheggio finisce nel sangue: muore residente a Sesto

  • Bambino di 8 anni muore dopo una settimana di agonia

  • Ondata di caldo: codice rosso oggi a Firenze

  • Incendio all'Isolotto: colonna di fumo sulla città

  • Tramvia: tram e scooter viaggeranno insieme

  • Tre ricette toscane per combattere il caldo estivo

Torna su
FirenzeToday è in caricamento