Spari in casa nella notte: il Prefetto gli vieta l'uso delle armi

L'episodio in viale Don Minzoni: l'uomo ricoverato in psichiatria

Aveva in casa un vero e proprio arsenale e nei giorni scorsi aveva esploso due colpi di fucile svegliando i vicini. Oggi il prefetto Laura Lega ha firmato il decreto con il quale a Vanni Fantozzi “è fatto divieto di detenere a qualsiasi titolo, armi, munizioni e materie esplodenti di qualsiasi genere, con l’obbligo di consegnare immediatamente tutto il materiale che eventualmente detiene”.

Il provvedimento è stato adottato a seguito dell’intervento effettuato dalla polizia la notte del 16 settembre scorso in viale Don Minzoni a Firenze. Bloccato dagli agenti in evidente stato confusionale l’autore dei colpi era stato trasportato dal personale del 118 al reparto di psichiatria dell’ospedale Santa Maria Nuova di Firenze, dove è attualmente ricoverato.

Il comportamento messo in atto e lo stato psicofisico segnalati nella relativa informativa di polizia, hanno indotto a ritenere che Fantozzi sia “carente dei requisiti di assoluta affidabilità e di idoneità psicofisica previsti in materia di armi”, condizione indispensabile per il mantenimento del porto di armi per uso sportivo, di cui l’interessato era titolare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, altro caso sospetto a Firenze: il secondo tampone è positivo

  • Coronavirus, caso sospetto a Santa Maria Novella

  • Coronavirus: due i casi positivi in Toscana, dopo Firenze anche Pescia

  • Coronavirus: altri due contagiati a Firenze

  • Coronavirus: anche in Toscana nuove misure per chi torna dalla Cina

  • Coronavirus, Rossi: "No alla chiusura di scuole o stop ai concorsi"

Torna su
FirenzeToday è in caricamento