Via de Benci: dopo una rissa il Questore sospende licenza ad un locale

Licenza sospesa dopo una violenta rissa lo scorso sabato sera. Cinque uomini coinvolti ed una telefonata arrivata troppo tardi rispetto all'accaduto hanno fatto pendere il giudizio del Questore per la temporanea chiusura

Sabato scorso  in un noto locale di via dei Benci, in zona Santa Croce, ci fu una violenta rissa tra  alcuni varesini ed un ragazzo di colore. Il locale all'arrivo dei poliziotti era diventato un campo da battaglia, con vetri infranti, mobili in frantumi, sedie, tavoli, bicchieri e bottiglie e tre persone ferite vistosamente alle braccia ed alla testa, come in un saloon di un film western.

Ieri è stato notificato il provvedimento di sospensione della licenza per 7 giorni a carico del gestore del locale notturno. Secondo la ricostruzione anche un dipendente del pub che al momento dell’arrivo delle Volanti si era già dileguato,  avrebbe colpito con un oggetto contundente gli altri corrissanti procurando loro lesioni guaribili tra gli 8 e i 30 giorni. Questa circostanza, unita alla telefonata di allarme del personale del locale, giunta colposamente in ritardo rispetto ai fatti, ha indotto il Questore ad accertare la responsabilità del gestore sospendendogli la licenza per giorni 7 a decorrere dalla giornata odierna.
 

Potrebbe interessarti

  • 10 idee per una gita fuori porta in Toscana per Ferragosto

  • Accadde oggi: il film Amici miei arriva al cinema

  • Spioncino digitale: ecco come funziona e perchè sceglierlo

  • Furti in casa: tornano i contributi per l’installazione degli allarmi

I più letti della settimana

  • Lite per il parcheggio finisce nel sangue: muore residente a Sesto

  • Incendio all'Isolotto: colonna di fumo sulla città

  • Incidente in montagna sulle Dolomiti: muore escursionista fiorentino

  • Terremoto: nuova scossa, la terra trema ancora

  • Incidente in Viale Redi: precipita nel Mugnone / FOTO - VIDEO

  • Terremoto a Forlì Cesena: la scossa sentita anche in provincia di Firenze

Torna su
FirenzeToday è in caricamento