Polveriera Sollicciano: feriti nove agenti nel carcere

Sappe: "Escalation senza fine" 

Nove agenti della polizia penitenziaria sono dovuti ricorrere a cure mediche dopo l'aggressione di un cittadino straniero all'interno del carcere di Sollicciano. A darne notizia il Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria (SAPPE). Il detenuto avrebbe impugnato un posacenere, quelli a cestino da corridoio, colpendo alla testa un poliziotto per poi atterrarne un altro a suon di pugni. La violenza sarebbe deflagrata per motivi definiti "incomprensibili". In tutto, come detto, sono i nove agenti rimasti contusi. 

“Lo diciamo da tempo, inascoltati: la sicurezza interna delle carceri - spiega il segretario generale del Sappe Donato Capece - è stata annientata da provvedimenti scellerati come la vigilanza dinamica e il regime aperto, dall’aver tolto le sentinelle della Polizia Penitenziaria di sorveglianza dalle mura di cinta delle carceri, dalla mancanza di personale, dal mancato finanziamento per i servizi anti intrusione e anti scavalcamento. Le aggressioni, le colluttazioni e i ferimenti si verificano costantemente, con poliziotti feriti e celle devastate. Il Ministro della Giustizia adotti con tempestività urgenti provvedimenti, a cominciare dall’istituire un tavolo permanente al Ministero per monitorare la situazione penitenziaria e trovare idonee soluzioni.”

Sollicciano: chiesti provvedimenti
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Isolotto: il portellone si apre e la bara finisce in strada

  • Terremoto Firenze: la terra trema in città

  • Terremoto: la terra trema nel Fiorentino

  • La migliore caffetteria d'Italia è a Firenze

  • La rinascita della Fortezza: dalla criminalità alla pista di pattinaggio più lunga d'Europa | FOTO

  • Terremoto Firenze: danni in Mugello, oltre 200 cittadini fuori casa

Torna su
FirenzeToday è in caricamento