Smog: prorogato il blocco del traffico

Previsti anche limiti ai riscaldamenti domestici

Non piove da settimane a Firenze, e Arpat (agenzia che si occupa anche della salubrità dell'aria in Toscana) ha rivelato 6 superamenti del valore limite per la media giornaliera del Pm 10 (polveri sottili) negli ultimi 7 giorni.

Per questo fino a mercoledì 16 gennaio è stato prorogata l'ordinanza antismog emessa dal Comune di Firenze che prevede il blocco dei mezzi più inquinanti. 

Il blocco riguarda il divieto di circolazione dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30 nei centri abitati dei veicoli: motocicli a 2 tempi Euro 1; autovetture a benzina Euro 1 e a diesel Euro 2 ed Euro 3, veicoli diesel Euro 1 ed Euro 2 per il trasporto merci.
I provvedimenti dureranno cinque giorni e non si interromperanno se il meteo migliorerà.

Questi i mezzi esonerati dal divieto:

- i veicoli elettrici o ibridi (motore elettrico e termico) o a idrogeno;
- i veicoli a metano e Gpl, o bifuel (benzina-metano, benzina-gpl) che nell’ambito del percorso urbano impiegano esclusivamente l’alimentazione a gas;
- i veicoli della Polizia di Stato, della Polizia Municipale, delle Forze Armate dei Vigili del Fuoco e della Protezione Civile in servizi di istituto;
- i veicoli di proprietà delle Asl, delle associazioni di volontariato e delle Cooperative Sociali convenzionati con i Comuni o con altri enti Pubblici, che effettuano servizi sociali rivolti ad anziani e disabili e muniti delle rispettive insegne e veicoli in servizio di Guardia Medica;
- i veicoli adibiti all’igiene urbana;
- i veicoli al servizio delle persone invalide munite del contrassegno previsto dal Codice della strada;
- i veicoli utilizzati per trasporto di persone che si rechino presso le strutture sanitarie per sottoporsi a visite mediche, terapie ed analisi programmate in possesso di relativa certificazione medica;
- i veicoli al seguito delle cerimonie con esposizione di autocertificazione (in carta libera) in cui si dichiarino il percorso e i motivi per cui avviene la circolazione;
- i veicoli storici esclusivamente nell’ambito di manifestazioni purché in possesso dell’Attestato di storicità o del Certificato di Identità/Omologazione, rilasciato a seguito di iscrizione negli appositi registri storici. Il documento dovrà essere tenuto a bordo del mezzo ed esibito a richiesta delle autorità preposte al controllo;
- i veicoli in servizio pubblico, appartenenti ad aziende che effettuano interventi urgenti e di manutenzioni sui servizi essenziali (esempio gas, acqua, energia elettrica, telefonia), veicoli attrezzati per il pronto intervento e la manutenzione degli impianti elettrici, idraulici, termici e tecnologici;
- i veicoli che debbono presentarsi alla revisione già programmata (con documento dell’ufficio della Motorizzazione Civile o dei centri revisione autorizzati) limitatamente al percorso strettamente necessario;
- i veicoli impegnati per particolari o eccezionali attività in possesso di apposita autorizzazione rilasciata dalla Polizia Municipale;
- autovetture con almeno tre persone a bordo (car pooling).

L'ordinanza vale anche per i riscaldamenti privati

Potrebbe interessarti

  • Pitti Uomo: gli eventi in città

  • River Urban Beach: la spiaggia estiva sull'Arno

  • L'hamburger d'oro, il nuovo panino all'Hard Rock Cafe

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Scandicci: morto noto imprenditore

  • Calcio storico 2019, seconda semifinale: i Bianchi vincono contro gli Azzurri ai 'supplementari' / FOTO

  • Ospedale pediatrico Meyer: i dipendenti dichiarano lo stato di agitazione

  • I toscani? Sono i più simili all'uomo di Neanderthal

  • Incidente stradale sulla 429 bis: motociclista muore in ospedale

  • Brutta avventura per un fiorentino in vacanza: in fin di vita per un malore in mare

Torna su
FirenzeToday è in caricamento