Smog: scatta il blocco del traffico

Superati i valori delle polveri sottili, via all'ordinanza: previsti anche limiti al riscaldamento

Scatteranno alle 8:30 di lunedì 7 e andranno avanti fino a venerdì 11 gennaio le ordinanze antismog emesse dal Comune di Firenze e i comuni del cosiddetto 'agglomerato urbano' (insieme a Firenze sono  Calenzano, Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio, Signa, Lastra a Signa, Scandicci, Bagno a Ripoli), che prevedono il blocco alla circolazione per i mezzi più inquinanti e una serie di misure di limitazione del traffico.

La decisione è stata presa dopo che Arpat, l'agenzia regionale per la protezione dell'ambiente, ha rilevato 4 superamenti del valore limite per la media giornaliera del Pm 10 (polveri sottili) negli ultimi 7 giorni. Per i prossimi giorni non sono inoltre previste condizioni meteo favorevoli alla dispersione degli inquinanti.

Blocco del traffico: orari e veicoli coinvolti

Il divieto alla circolazione resterà in vigore da lunedì 7 gennaio a venerdì 11 compresi, dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30, nei comuni sopra indicati. Il divieto vale per le seguenti categorie di veicoli: motocicli a 2 tempi Euro 1; autovetture a benzina Euro 1 e a diesel Euro 2 ed Euro 3, veicoli diesel Euro 1 ed Euro 2 per il trasporto merci. I divieti non si interromperanno se il meteo migliorerà.

Ecco i veicoli esonerati dal divieto:

- i veicoli elettrici o ibridi (motore elettrico e termico) o a idrogeno;
- i veicoli a metano e Gpl, o bifuel (benzina-metano, benzina-gpl) che nell’ambito del percorso urbano impiegano esclusivamente l’alimentazione a gas;
- i veicoli della Polizia di Stato, della Polizia Municipale, delle Forze Armate dei Vigili del Fuoco e della Protezione Civile in servizi di istituto;
- i veicoli di proprietà delle Asl, delle associazioni di volontariato e delle Cooperative Sociali convenzionati con i Comuni o con altri enti Pubblici, che effettuano servizi sociali rivolti ad anziani e disabili e muniti delle rispettive insegne e veicoli in servizio di Guardia Medica;
- i veicoli adibiti all’igiene urbana;
- i veicoli al servizio delle persone invalide munite del contrassegno previsto dal Codice della strada;
- i veicoli utilizzati per trasporto di persone che si rechino presso le strutture sanitarie per sottoporsi a visite mediche, terapie ed analisi programmate in possesso di relativa certificazione medica; - i veicoli al seguito delle cerimonie con esposizione di autocertificazione (in carta libera) in cui si dichiarino il percorso e i motivi per cui avviene la circolazione;
- i veicoli storici esclusivamente nell’ambito di manifestazioni purché in possesso dell’Attestato di storicità o del Certificato di Identità/Omologazione, rilasciato a seguito di iscrizione negli appositi registri storici. Il documento dovrà essere tenuto a bordo del mezzo ed esibito a richiesta delle autorità preposte al controllo;
- i veicoli in servizio pubblico, appartenenti ad aziende che effettuano interventi urgenti e di manutenzioni sui servizi essenziali (esempio gas, acqua, energia elettrica, telefonia), veicoli attrezzati per il pronto intervento e la manutenzione degli impianti elettrici, idraulici, termici e tecnologici;
- i veicoli che debbono presentarsi alla revisione già programmata (con documento dell’ufficio della Motorizzazione Civile o dei centri revisione autorizzati) limitatamente al percorso strettamente necessario;
i veicoli impegnati per particolari o eccezionali attività in possesso di apposita autorizzazione rilasciata dalla Polizia Municipale; autovetture con almeno tre persone a bordo (car pooling).

Smog: assieme al blocco del traffico anche limiti al riscaldamento

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Firenze usa la nostra Partner App gratuita !

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Da ieri, lunedì 7, a venerdì 11 gennaio è scattato il blocco delle attività inquinanti, richiesto da Arpat Toscana, nel cosiddetto "Agglomerato di Firenze". A seguito del primo giorno di blocco queste ordinanze appaiono decisamente inutili. Purtroppo i dati di ieri e quelli che stiamo ricevendo oggi dalle centraline della rete "Che Aria Tira?", installate in un largo territorio dove sono completamente assenti le centraline ufficiali di misurazione della qualità dell'aria, ci stanno dimostrando l'inutilità di questi provvedimenti, come la stessa ARPAT conferma tramite il proprio sito. Il carico inquinante presente a Firenze e Provincia non è per niente calato in queste ultime 24 ore e le nostre centraline hanno continuato a "colorarsi di nero" durante l'arco della giornata e sopratutto per quanto riguarda le medie giornaliere, segnando continui sforamenti dei limiti di legge e, cosa ancora più grave, anche dei limiti massimi indicati dall'Organizzazione Mondiale per la Sanità. Per vedere tutti i dati e leggere la notizia per intero vai su: http://www.cheariatira.it/blog/emergenza-smog-blocco-attivita-inquinanti/

  • Complimenti per i provvedimenti... Oggi, per la befana, mi sono involontariamente ritrovato nel torpedone delle Vespe e amanti del genere... poco meno di mille, non saprei... Aria irrespirabile di motocicli che utilizzano miscele con olio e conseguente nube di smog, bianco, irresponsabile si limiti di sentirsi affogati... i provvedimenti devono anche valere per queste manifestazioni che seppur belle sono molto più inquinanti e d’impatto!!!! Ma che ve lo dico a fare....

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Morto durante il fermo, Ilaria Cucchi: "So come va a finire"

  • Attualità

    Piazza della Libertà: apre il caffè Lietta | FOTO

  • Cronaca

    Impruneta: auto in fiamme nel parcheggio della Coop

  • Cronaca

    Morto durante un fermo di polizia a Empoli, Salvini: “Sostegno ai poliziotti”

I più letti della settimana

  • Piazza Giorgini: chiude lo storico forno-pasticceria, festa per la 'Gianna' / FOTO

  • Neve in arrivo

  • Incidenti stradali, auto contro autobus: diversi feriti

  • Delirio in via de' Benci: prende a testate una vetrata e aggredisce i carabinieri / FOTO - VIDEO

  • Trasporti: in arrivo sciopero

  • Mega centro benessere al posto dello storico Teatro Nazionale

Torna su
FirenzeToday è in caricamento