Sicurezza, la Regione paga i 'vigili di prossimità': in arrivo nuovi agenti

Presidieranno le aree tra piazza San Lorenzo e la stazione, in tutto la giunta di Enrico Rossi per l'operazione ha stanziato 9 milioni

Via libera definitivo dalla Regione Toscana al finanziamento dei 'vigili di prossimità': 9 milioni di euro in tre anni, per coprire completamente la spesa per assumere ottanta nuovi agenti della polizia municipale, che saranno distribuiti tra i 15 comuni individuati (tra i quali rientra Firenze, dove arriveranno sei agenti, che saranno a disposizione del comandante Alessandro Casale).

“Le pattuglie a piedi lavoreranno nelle strade e nei quartieri più 'delicati', proponendosi come punto di riferimento per i cittadini e per i commercianti e la spesa per gli stipendi sarà coperta dalla Regione”, spiegano il presidente della giunta Enrico Rossi e l'assessore alla presidenza Vittorio Bugli, che questa mattina hanno presentato il provvedimento.

In sostanza, l'idea è simile a quella dei 'vigili di quartiere' lanciata da Palazzo Vecchio. La novità – e in tempi di vacche magre per i Comuni non è poco – è che tutte le spese saranno coperte dalla Regione.

“Nei prossimi giorni saranno firmate le convenzioni con i comuni, ma molti sono già all'opera nel reclutare il nuovo personale. Un paio di mesi al massimo e saranno tutti pronti a partire”, assicura Bugli.

Il piano era stato annunciato nei mesi scorsi. “Da noi arriva un aiuto concreto, non come gli annunci di qualche ministro che assicura nuovi agenti di polizia che poi non arrivano”, prosegue Rossi, in chiaro riferimento ai ripetuti annunci del ministro degli interni Matteo Salvini, più volte su questo 'bacchettato' anche dal sindaco Dario Nardella.

Il criterio per individuare i comuni dove inviare questi 80 uomini è stato quello “dell'indice di delittuosità in rapporto al numero di 'abitanti equivalenti' dei territori, conteggiando non solo i residenti ma anche pendolari, studenti, turisti”.

Nell'elenco, oltre a Firenze, figurano Viareggio, Pisa, Massa, Prato, Livorno, Lucca, Pistoia, Grosseto e Arezzo. In tutte queste dieci città sono previste tre coppie di vigili di prossimità distribuite in altrettanti turni giornalieri, a spese appunto della Regione. A Firenze gli agenti saranno destinati in particolare a presidiare l'area tra la zona della stazione e l'area di piazza San Lorenzo.

Restando nella provincia fiorentina, ne beneficeranno anche i comuni di Campi Bisenzio, Sesto Fiorentino, Empoli, che potranno contare invece di due coppie di vigili ciascuno.

“Gli agenti dovranno svolgere esclusivamente i compiti di vigili di quartiere e trascorsi i primi tre anni i Comuni si impegnano a proseguire nel progetto fino al 2023, sostenendone integralmente, a quel punto, la spesa”, si legge in una nota diffusa alla stampa.

Potrebbe interessarti

  • 10 idee per una gita fuori porta in Toscana per Ferragosto

  • Accadde oggi: il film Amici miei arriva al cinema

  • Spioncino digitale: ecco come funziona e perchè sceglierlo

  • Furti in casa: tornano i contributi per l’installazione degli allarmi

I più letti della settimana

  • Incendio all'Isolotto: colonna di fumo sulla città

  • Incidente in montagna sulle Dolomiti: muore escursionista fiorentino

  • Incidente in Viale Redi: precipita nel Mugnone / FOTO - VIDEO

  • Terremoto: nuova scossa, la terra trema ancora

  • Meteo Firenze: allerta per pioggia e temporali

  • Terremoto a Forlì Cesena: la scossa sentita anche in provincia di Firenze

Torna su
FirenzeToday è in caricamento