Sicurezza in discoteca: più controlli su accessi e capienza dei locali

Incontro tra i vertici a Palazzo Medici Riccardi

Al centro dell'attenzione della riunione a Palazzo Medici Riccardi la sicurezza nelle discoteche. Incontro al termine del quale è stata delineata una strategia regionale di intervento. Rafforzamento dei controlli da parte delle commissioni comunali e provinciali di pubblico spettacolo, verifica della possibilità da parte dei sindaci di adottare ordinanze contingibili e urgenti per vietare gli spray, formazione  degli addetti ai servizi di controllo, conta-persone e metal detector palmari agli ingressi, bollino blu per i locali virtuosi sono le ipotesi di intervento per accrescere la sicurezza nei locali di intrattenimento. Un tavolo di confronto convocato  dal prefetto Laura Lega, al quale hanno partecipato il presidente della Regione Enrico Rossi, i prefetti della Toscana, un rappresentante del comandante regionale dei vigili del fuoco, il vice presidente regionale di Anci e i rappresentanti regionali delle organizzazioni dei gestori di discoteche e dei servizi di controllo delle attività di intrattenimento e spettacolo.

Tre i punti essenziali su cui il tavolo ha deciso di intervenire. Prima di tutto, verranno potenziati i controlli che saranno resi più incisivi e costanti e che saranno effettuati anche con il supporto delle forze di polizia e con il concorso delle Aziende sanitarie e dei vigili del fuoco. Garantire la sicurezza interna, la capienza dei locali deve rispettare strettamente le norme e su questo aspetto le commissioni di vigilanza comunali e provinciali, che hanno un ruolo essenziale, intensificheranno le verifiche. Infine, i gestori dei locali dovranno calibrare il numero degli addetti ai controlli in base alle caratteristiche infrastrutturali e logistiche dei propri locali e al tipo di spettacolo. Inoltre, qualche giorno prima di un evento che richiama molto pubblico, dovranno comunicare l’avvenimento alla Questura in modo che siano predisposti gli adeguati servizi per garantire la sicurezza esterna.

Sul fronte della gestione delle situazioni di panico, si è parlato della possibilità di trasmettere, nel corso delle serate, un breve video per illustrare alla clientela le modalità di comportamento in caso di criticità, come black-out improvvisi. Si è parlato anche di spray, il cui uso improprio ha causato le tragiche vicende di piazza San Carlo a Torino e della discoteca a Corinaldo. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo morto nella sua auto: è il genero di Roberto Cavalli

  • Tramvia sovraffollata, la Cgil: “Situazione insostenibile"

  • Via Palazzuolo: completamente nuda semina il panico in strada

  • Versilia: fiorentina muore durante una gita in montagna

  • Aeroporto di Peretola: nuovi voli da Firenze grazie a Vueling

  • Piero Pelù si è sposato con Gianna / FOTO

Torna su
FirenzeToday è in caricamento