Empoli: scoperta la banda dei furti nei saloni di bellezza, tre arresti

Tutto grazie alle telecamere di videosorveglianza

Per mesi hanno messo a segno numerosi furti in alcuni saloni di bellezza del Comune di Empoli. Stamani la svolta. I carabinieri della città hanno arrestato tre uomini (tutti ventenni di nazionalità marocchina) e residenti nel pisano, ritenuti responsabili di alcune spaccate ai danni alcuni negozi dell'empolese a inizio gennaio. 

In particolare l'ordinanza del Gip del tribunale di Firenze ha stabilito per i tre ventenni un'ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari.

I marocchini, già noti alle forze dell’ordine per precedenti, avevano svaligiato in orario notturno tre saloni di bellezza sottraendo, in tutti i colpi, pochi spiccioli ma provocando ingenti danni agli arredi e alle porte d’ingresso, tutte sfondate a calci. I carabinieri hanno quindi cercato di ricostruire le azioni partendo dai filmati di videosorveglianza di uno dei negozi e ed acquisendo poi informazioni dai testimoni degli altri episodi. 

Probabilmente ignari del fatto di essere ripresi dalle telecamere, i tre giovani, che avevano agito a volto scoperto, avevano attuato i colpi in poco più di un minuto: mentre uno dei tre sfondava la porta, gli altri facevano da palo e poi, una volta procurato il varco, uno restava fuori in avvistamento e due entravano prendendo quanto possibile, prima di allontanarsi velocemente. 

I militari hanno individuato la banda grazie ai capi di abbigliamento, alle foto segnaletiche dei ragazzi, tutti già schedati, e alla conoscenza personale di alcuni di essi. 

Grazie alle telecamere gli inquirenti sono riusciti a identificare i ladri. La Procura della Repubblica di Firenze ha quindi disposto l’esecuzione di perquisizioni personali e domiciliari a carico dei tre indagati per la ricerca dei capi di abbigliamento e della refurtiva sottratta durante i raid (oltre ai soldi erano stati asportati piastre elettriche e phon per capelli, insieme a borselli e cassette di sicurezza). Nel corso dell’attività, eseguita a metà gennaio, i carabinieri hanno trovato e sequestrato tutti i capi di abbigliamento nonché parte della refurtiva (una piastra elettrica). La posizione si è incrinata del tutto quando i militari hanno scoperto un'impronta di uno dei tre in uno dei negozi derubati,

I tre indagati, da oggi, saranno quindi sottoposti agli arresti domiciliari presso le proprie abitazioni.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Eroina, ancora una vittima: morta di overdose una ragazza di 25 anni

  • Cronaca

    Largo Annigoni, derubati e poi pestati di botte: gravi due giovani

  • Cronaca

    Sciopero dei taxi per protesta contro il governo

  • Elezioni comunali 2019

    Elezioni 2019, Marcheschi: "Faccio un passo indietro solo se centro-destra ha candidato unitario"

I più letti della settimana

  • Festa del papà: perché in Toscana si dice “babbo”

  • Siria: ucciso dall'Isis giovane combattente fiorentino

  • Rissa fra genitori: partita sospesa, bambini in lacrime

  • Ucciso dall'Isis, la lettera d'addio di Lorenzo: “Sono morto facendo quello che ritenevo giusto”

  • Autostrada A1: incidente tra mezzi pesanti, un morto

  • Lite al ristorante degenera: cuoco finisce all'ospedale

Torna su
FirenzeToday è in caricamento