Manifestazione per i curdi: scontri con la polizia alla stazione / VIDEO

Circa 350 manifestanti volevano occupare i binari. Bloccata per un quarto d'ora la tramvia

Tensione alla stazione

Scontri tra manifestanti e polizia al termine della manifestazione a sostegno del popolo curdo tenutasi oggi pomeriggio in centro storico a Firenze. In serata, un gruppo di circa 350 persone è entrato all'interno della stazione centrale di Santa Maria Novella e si è diretta verso i binari. Le forze dell'ordine che stavano seguendo il gruppo – composto in maggioranza da giovani manifestanti provenienti da fuori Firenze – si sono subito schierati per impedire che lo stesso gruppo raggiungesse i binari e, con ogni probabilità, li occupasse.

I manifestanti, a quel punto, avrebbero tentato di forzare il cordone di agenti, dopo aver lanciato alcune bottiglie all'indirizzo delle forze dell'ordine. Quest'ultime hanno reagito con una serie di respingimenti. Al termine degli scontri, si registrano almeno 5 persone contuse tra i manifestanti. Successivamente, parte del gruppo entrato in stazione ne è uscito e ha raggiunto i binari della tramvia in piazza della Stazione, bloccandola per circa 15 minuti. Quindi anche questo gruppetto si è sciolto, liberando i binari.

Adesso la questura è al lavoro per identificare e denunciare i manifestanti che avrebbero dato vita agli scontri e interrotto, seppur brevemente, il trasporto pubblico.

La manifestazione del pomeriggio

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi incidente a Ponte a Greve: traffico bloccato / FOTO

  • Tentati furti in casa: attenti alle fascette di plastica 

  • Giornata mondiale della pizza: ecco le pizzerie da provare a Firenze

  • Palazzo Vecchio: nuovi concorsi per posti di lavoro a tempo indeterminato in Comune

  • Mette in scena il suo funerale con tanto di carro d'epoca e corteo funebre

  • Incidente a Novoli: traffico bloccato / FOTO 

Torna su
FirenzeToday è in caricamento